Allattamento, l’inizio del legame affettivo

sandwich brie e avocado
Il nostro menù del giorno 22_02_2022
22 Febbraio 2022
Filetto di maiale
Il nostro menù del giorno 23_02_2022
23 Febbraio 2022

Allattamento, l’inizio del legame affettivo

allattamento

Il latte materno è l’alimento perfetto per il neonato, poiché contiene tutte le sostanze che gli occorrono per crescere bene. Fino ai cinque-sei mesi, quindi, può essere l’unico nutrimento per un bambino. Anche una volta che è stato iniziato lo svezzamento, a sei mesi circa, se lo si desidera è possibile continuare a offrire il seno al bambino, nella piena certezza di fargli del bene. È nei primi istanti di vita che il piccolo riesce a trarre i maggiori benefici da questo alimento: subito dopo il parto, infatti, il bisogno di succhiare è molto forte. Le ecografie in gravidanza dimostrano che il feto succhia spesso il pollice quando è ancora nel ventre materno. Inoltre, la nascita è un momento di forte stress per il piccolo e il suo sistema nervoso, particolarmente vigile ed eccitato, reagisce accentuando ancora di più il riflesso della suzione, in particolare nelle prime 2-3 ore dopo la nascita. È il momento giusto per attaccare il bimbo al seno e lasciare che il suo organismo si rifornisca delle preziose sostanze di difesa contenute nel colostro, il primo liquido secreto dalla ghiandola mammaria.    

Allattamento, non è solo nutrizione

Allattare il bambino non significa solo assicurargli i nutrienti che gli occorrono per crescere bene. È molto di più: è un momento speciale attraverso il quale si crea l’insostituibile legame tra madre e figlio. Un legame che passa dallo scambio degli sguardi, dal sorriso che la mamma offre al piccolo, dal contatto pelle a pelle che per il neonato è una fonte insostituibile di stimoli. Mentre la donna nutre il piccolo, tenendolo appoggiato al petto, gli fa ascoltare il battito del cuore, un rumore noto al bebè che lo ha ascoltato per nove mesi, che, anzi, esisteva già quando l’embrione ha iniziato a formarsi. Inoltre la mamma può sussurrare alle piccole parole dolci, rassicuranti: anche la voce è un’importante fonte di stimoli sensoriali perché è nota al bimbo fin da quando era nel pancione. Quindi la conosce bene e sentirla ha un potere calmante, che regala benessere e sicurezza. Senza contare che stringendo a sé il piccolo, la donna lo fa entrare in contatto con il proprio odore. Insomma attraverso la suzione, l’olfatto, l’udito, il contatto il piccolo riceve un imprinting essenziale e si crea un legame efficace tra mamma e neonato, essenziale per lo sviluppo psico-fisico.

Alimentazione con il latte di formula e biberon

Anche allattare con il biberon può garantire al bambino questo importante momento di dolcezza e rassicurazione. La posizione in cui si tiene il neonato al momento dell’alimentazione è di fondamentale importanza. L’ideale è sistemarsi in un posto tranquillo e silenzioso, senza tv o musica, con una luce soffusa che illumini soprattutto il volto della mamma. È importante che la mamma sia comoda con la schiena appoggiata ben diritta, mentre il corpo del bimbo deve essere girato verso quello della madre – pancia contro pancia. Può capitare che di tanto in tanto la nonna o il papà chiedano di alimentare il piccolo, offrendogli il biberon. Si può fare, in modo che il piccolo non si trovi a disagio nel caso in cui la mamma, per una qualsiasi ragione, non lo possa nutrire personalmente. Soprattutto nelle prime settimane di vita, però, sarebbe auspicabile che l’allattamento, anche quello con il biberon, fosse esclusiva competenza della madre, con la quale si crea un legame essenziale per la crescita futura.

Lina Rossi

Sostieni Guidagenitori.it

Il Covid-19 ha colpito al cuore anche l’economia, tutto si è fermato, pubblicità compresa, l’unica forma di sostentamento per fare e diffondere l’informazione medico-scientifica, obiettivo principale di Guidagenitori.it

I nostri giornalisti, tecnici informatici e tutti gli altri operatori che sorreggono il giornale, continuano a svolgere regolarmente il lavoro per offrire gratuitamente i servizi editoriali, nonostante le difficoltà economiche. Ecco perché il vostro contributo è prezioso.

Registrati o Accedi

Comments are closed.