Coronavirus: i giovani corrono meno rischi
26 Giugno 2020
genitori che uccidono i figli
Quando a strappare la vita sono i genitori
29 Giugno 2020

Il nostro menù del giorno 29_06_2020

insalata di cous cous

Chi ci segue da tempo sa che i nostri menù rispettano il pH neutro il più possibile. Giacché nel nostro orto sono arrivate le zucchine, ne approfitto per farne una bella insalata di couscous per pranzo,  pH 6 e per la cena Halibut con peperoni e olive, pH di 6 .Questa settimana vi racconterò dei cibi che fanno bene per aver un buon sonno ristoratore. Le news le trovare subito dopo il menù.

Colazione: Fragole, pesche e kiwi   –  Una  tazza di tè

Break: Mini croissant

Pranzo: Insalata di cus-cus con ortaggi

Break: Sorbetto di cocomero   ed una tazza di tè

Cena: Halibut con porri, peperoni e olive

e….se stiamo svezzando il bambino   Pappe dagli 8  mesi    

Per avere un bon sonno ristoratore è necessaria nutrirsi bene la sera. Ebbene si, il cibo influenza il sonno, perché, allora approfondiamo il tema?  Come al solito mi sono ben documentata e questa settimana vi racconterò tutto quello che ho trovato in giro, ovvero: ci sono alimenti facilitanti il sonno e altri che agiscono come disturbanti.

Il Triptofano è un aminoacido contenuto in tanti alimenti ed è il più grande alleato del sonno ristoratore. Andare a letto dopo aver bevuto una bella tazza di latte caldo, è come attivare un’assicurazione per avere dei sogni bellissimi. Il latte è ricco di triptofano, così come tutti i prodotti della catena lattiero-casearia, quindi i formaggi di tutti i tipi va benissimo metterli a tavola per cena.

Altri alimenti con un alto contenuto di triptofano sono le noci, le banane, il miele e le uova. Una buona e salutare abitudine è quella di bere una tazza di latte caldo prima di andare a nanna. Le nostre bambine ogni sera bevono mezza tazza di latte caldo.

Zia Vittoria

Le porzioni da mettere nel piatto: a peso o a misura? Ecco cosa preferire

Comments are closed.