Mense scolastiche, ispezioni programmate dei NAS
18 Maggio 2016
Partorire in acqua, tutti i pro e i contro
19 Maggio 2016

Il nostro menù del giorno 19_05_2016

All’inizio non capivo cosa fosse questo benedetto pH, ora però mi è chiaro e proverò a trasferirvi la mia conoscenza.

Il valore pH sta per la concentrazione idrogenionica, sembra una gran brutta parola ma il povero pH non è altro che il valore che stabilisce l’acidità o basicità di un cibo. Si dice che un cibo è acido quando il pH, in altre parole la concentrazione degli ioni Hidrogeno,  è vicino al valore di 1 e basico quando il valore è vicino al valore di 14. Il pH  si definisce neutro quando il valore è in perfetto equilibrio è la metà di 14, ovvero 7.

Noi dovremo nutrirci quindi di cibi il più possibile vicino al valore neutro per evitare che il nostro organismo debba lavorare troppo per compensare il cibo troppo acido o troppo basico. E’ ovvio che la composizione del pH vada compensata con il pasto totale. Se a cena questa sera preparo il polpettone alla salsa di soia, avrò che la carne rossa ha un valore di 4 e la salsa di soia un valore di 6, arrivo ad una media di 4,7. Per compensare bene devo associare del cibo basico, aggiungo allora dei vegetali cotti a vapore, tutti i vegetali hanno un valore superiore al 7. La media tra 4,7 e 7 è un valore pari a 5,8 e questo è quindi un cibo adatto al nostro metabolismo perché rispetta i caratteri del non essere né troppo acido.

Chiedo aiuto alla redazione, potreste pubblicare di seguito la tabella con il valore del pH dei vari cibi? Grazie mille.

Poiché per la cena ho già raccontato, devo solo dirvi del pranzo: conchiglie e mozzarella al forno per un pH di 5,4.

 

Colazione: Insalata di fragole, nespole e yogurt Una  tazza di tè

Break: Muffin alla banana

Pranzo: Conchiglie e mozzarella al forno 

Break: Tartine con yogurt e marmellata di visciole ed una tazza di tè

Cena: Polpettone alla salsa di soia Insalata di vegetali a vapore

 

Registrati o Accedi

Lascia un commento