epilessia
Epilessia, ad ogni tipo il suo rimedio
17 Novembre 2020
vaselina quando usarla
Vaselina: olio e crema quando usarle
18 Novembre 2020

Il nostro menù del giorno 18_11_2020

Chi ci segue da tempo sa che i nostri menù rispettano il pH neutro il più possibile. Oggi strozzapreti, è tanto che non mangiamo la pasta, quindi, strozzapreti di farro con le zucchine per un pH di 5,8 e per cena   una bella fritta tona con broccoli per un pH totale di 5,7 . A seguire informazioni a proposito degli alimenti che stimolano l’emicrania o mal di testa.

Colazione:  Banane pere e uva con yogurt e noci –  Una  tazza di tè

Break:  Sandwich alle carote

Pranzo:  Strozzapreti di farro con zucchine 

Break:  Frullato di Banana e mandorle  –  una tazza di tè

Cena: Frittata con broccoli


e….se stiamo svezzando il bambino   Pappe dopo i 10 – 11 mesi 


Glutammato monosodico ed emicrania, sembra una gran brutta parola, invece, questo ingrediente lo utilizziamo molto più spesso di quanto si possa immaginare: nei dadi da brodo e nella cucina orientale.

Allora, vediamo insieme cos’è questo Glutammato monosodico. Si tratta di un aminoacido presente naturalmente in alcuni cibi, da un punto di vista prettamente fisico-chimico è l’ingrediente che dà il sapore ai cibi, praticamente è un sale particolare. Proprio per le sue caratteristiche è utilizzato dall’industria alimentare per dare risalto ad alcuni prodotti. Provate a leggere gli ingredienti su alcuni prodotti, troppo spesso trovate il Glutammato monosodico tra gli ingredienti. Il fatto è che la sua presenza naturale non da problemi ma quando è utilizzato n gran quantità non è più un buon alimento.

Il Glutammato Monosodico è la base dei dadi da brodo, delle salse confezionate, della carne insaccata, del ripieno di paste fresche, soprattutto è utilizzato in gran quantità nella cucina orientale. In pratica è utilizzato per insaporire gli alimenti, però, anche qui c’è un però, dipende da quanto Glutammato si assume in un giorno, ma questo nessuno può dirlo con certezza. Fino ad oggi sappiamo solo che esiste la sindrome da ristorante cinese, l’Umami, questo è il nome dato all’insaporitore, è molto utilizzato e sono tantissime le persone che lamentano dopo aver mangiato: mal di testa, arrossamenti e gonfiori vari fino ad avere delle crisi respiratorie di tipo allergiche.

Zia Vittoria


Le porzioni da mettere nel piatto: a peso o a misura? Ecco cosa preferire


Registrati o Accedi

Comments are closed.