L’ittero neonatale, evento comune ma da non sminuire

hamburger melanzane
Il nostro menù del giorno 15_03_2022
15 Marzo 2022
spaghetti con sardine
Il nostro menù del giorno 16_03_2022
16 Marzo 2022

L’ittero neonatale, evento comune ma da non sminuire

ittero

Ad alcuni bambini, poche ore dopo la nascita, compare su pelle, mucose e sclere, il bianco dell’occhio, una colorazione giallastra, che fa sembrare abbronzati. Si tratta di ittero, una colorazione dovuta alla presenza di bilirubina nel sangue del neonato. La bilirubina è una sostanza normalmente prodotta nell’organismo in seguito alla distruzione dei globuli rossi invecchiati, elementi questi continuamente sostituiti da altre cellule nuove prodotte dal midollo osseo. La bilirubina si forma dalla degradazione dei globuli rossi e viene definita – indiretta – o – non coniugata – Successivamente il fegato la trasforma in in – bilirubina diretta – o coniugata, eliminata dal sistema attraverso le feci.

Le cause dell’ittero

I valori di bilirubina nel sangue, di solito inferiori a 1,5 milligrammi per decilitro, aumentano se la quantità prodotta è troppo elevata rispetto a quella che l’organismo riesce ad eliminare. La colorazione gialla compare quando i valori della bilirubina nel sangue superano il valore  di  5-7 milligrammi per decilitro. In questo caso si parla di aumento della bilirubina o iperbilirubinemia e si manifesta in circa il 50% dei nati a termine e nell’80% di quelli pretermine. L’ittero a bilirubina indiretta, vede tra le cause più frequenti una aumentata distruzione dei globuli rossi o riduzione della trasformazione epatica della bilirubina indiretta in bilirubina diretta. L’aumentata distruzione dei globuli rossi può essere causata da incompatibilità dei gruppi sanguigni tra madre e feto, malattie emolitiche, riassorbimento di ematomi o di emorragie o da  ritardata legatura del cordone ombelicale. L’ittero dovuto a bilirubina diretta può essere dovuto al latte materno o causato da difetti congeniti della coniugazione della bilirubina come l’ipotiroidismo,  l’ipoglicemia e la prematurità.

Perché compare ittero nei neonati

L’ittero più comune è l’ittero fisiologico, ovvero, legato alla rapida distruzione dei globuli rossi che si verifica normalmente dopo la nascita. I globuli rossi del feto contengono infatti emoglobina fetale, adatta a ricavare ossigeno dalla placenta. Questa è sostituita da emoglobina adulta quando il bambino inizia a respirare con i suoi polmoni. I globuli rossi di tipo fetale vengono distrutti nelle prime ore dopo la nascita e questo provoca un aumento della bilirubina indiretta. Se il fegato del neonato riesce a smaltire la bilirubina prodotta, nessun problema. Se per le condizioni elencate sopra la bilirubina non viene smaltita, si accumula nei tessuti cutanei provocando l’ittero. I valori della bilirubina , nell’ittero neonatale fisiologico non raggiungono livelli tali da arrecare danni alla salute del neonato, se l’iperbilirubinemia si verifica dopo le prime 24 ore di vita, si accentua in terza giornata e si risolve spontaneamente entro la prima settimana di vita.

Come affrontare l’ittero dei neonati

Né l’ittero fisologico né l’ittero da latte materno hanno bisogno di cure. Poiché c’è il rischio che arrivando nel cervello la bilirubina provochi danni al sistema nervoso del neonato, quando i livelli sono elevati si ricorre a trattamenti che riducono il livello di bilirubina. Di solito si interviene con la fototerapia, il neonato viene esposto ad una luce ad alta densità, sotto una lampada a raggi ultravioletti. La bilirubina si degrada in una forma non tossica e viene eliminata. Anche la luce del sole contiene raggi ultravioletti, quindi a volte si consiglia ai genitori di esporre il bambino affetto da ittero alla luce naturale, facilitando così l’eliminazione della bilirubina. Se la fototerapia non è sufficiente si ricorre ai farmaci o a trasfusioni.

Sahalima Giovannini

Sostieni Guidagenitori.it

Il Covid-19 ha colpito al cuore anche l’economia, tutto si è fermato, pubblicità compresa, l’unica forma di sostentamento per fare e diffondere l’informazione medico-scientifica, obiettivo principale di Guidagenitori.it

I nostri giornalisti, tecnici informatici e tutti gli altri operatori che sorreggono il giornale, continuano a svolgere regolarmente il lavoro per offrire gratuitamente i servizi editoriali, nonostante le difficoltà economiche. Ecco perché il vostro contributo è prezioso.

Registrati o Accedi

Comments are closed.