1° giugno, la FAO lo ha eletto Giorno del Latte

pollo e ratatulie
Il nostro menù del giorno 01_06_2020
1 Giugno 2020
Il nostro menù del giorno 02_06_2020
2 Giugno 2020

1° giugno, la FAO lo ha eletto Giorno del Latte

Il latte è l’alimento liquido per eccellenza: è sufficiente un bicchiere per ottenere circa il 30% di  calcio, il 30% della vitamina B2 e il 12% delle proteine raccomandate ogni giorno a una giovane donna oppure, il 24% del calcio, il 30% della vitamina B2 e il 20% delle proteine necessarie a un bambino. Ed è anche il prodotto più consumato al mondo: 852 milioni di tonnellate nel 2019, di cui il 42% circa in Asia e il 20% in Europa sostenendo di fatto l’economia di milioni di contadini e l’alimentazione di miliardi di persone. Eppure, secondo le stime di Assolatte, sia in Italia sia nei paesi occidentali, i consumi sono  da anni in calo.

Un giorno dedicato al latte

Per valorizzare questo straordinario alimento e sottolineare quanto sia importante per la sopravvivenza della popolazione mondiale, la FAO ha istituito il – World Milk Day. Il 1° giugno di ogni anno la FAO invita a celebrare il latte in tutte le sue molteplici sfaccettature: dal suo ruolo nei miti sulla creazione del mondo, dall’India all’America del sud, al suo contributo all’evoluzione della civiltà, se ne parla anche nella Bibbia, sino al suo posto nell’alimentazione equilibrata e amica della salute. Secondo la FAO, il latte è consumato da sei miliardi di persone e garantisce la sopravvivenza di 750 milioni di persone, di cui contribuisce a migliorare le condizioni di vita e la salute.

L’etichetta più corta che ci sia

Il latte, pur essendo un prodotto antico, identico da quando è comparso in natura, il latte delle balena circa trentacinque milioni di anni fa, continua a essere straordinariamente moderno e adatto anche ai gusti e alle esigenze del terzo millennio, grazie anche alle innovazioni introdotte dalle aziende del settore, come attesta il successo del latte ready-to-drink in tutte le varianti, calde e fredde, e il boom delle declinazioni healthy e trendy, grandi protagonisti di oggi su web e social. Il latte è perfettamente in linea anche con il fenomeno mondiale del clean label: ha un’etichetta così pulita da essere uno dei pochi alimenti per cui non è necessaria la lista degli ingredienti. Un’indicazione giudicata superflua dalla legge europea, visto che nel latte … c’è solo latte.

La composizione chimica del latte

Per l’87-90% il latte è costituito di acqua, in cui sono diluititi molti nutrienti, in un range molto ampio che è unico tra tutti gli alimenti. La ricchezza nutrizionale del latte è unica nel mondo alimentare e dà effetti benefici superiore alla semplice somma dei suoi componenti, per questo è stato definito: milk matrix effect e fa del latte l’alimento più completo dal punto di vista nutrizionale. Il latte contiene la maggior parte dei principi nutritivi necessari agli esseri umani, e prioritari per la salute di ossa e muscoli: proteine, grassi, carboidrati, gran parte delle vitamine e minerali come calcio, fosforo, zinco e potassio. Negli ultimi anni, aggiunge Assolatte, si è scoperto che il latte è ricco anche di componenti minori, come i peptidi dalle tante azioni funzionali importanti per il benessere: antiossidanti,  antipertensive, antinfiammatorie, immunomodulanti. 

Tanti buoni motivi per bere il latte

Il latte: super concentrato di proteine, grassi, carboidrati, vitamine e minerali di cui bambini e adulti hanno bisogno ogni giorno. Inoltre, offre una serie di benefici per la salute sostenuti e comprovati da decenni di studi e ricerche. Per la sua densità nutrizionale il latte viene considerato alimento a bassa densità energetica e ad alta densità nutrizionale, questo perché fornisce un elevato numero di nutrienti con poche calorie: un bicchiere da 100 g di latte scremato apporta le stesse calorie di un biscotto frollino 36 Kcalorie ed un bicchiere di latte intero fornisce la stessa energia di due biscotti 64 Kcalorie.

Sahalima Giovannini

Registrati o Accedi

Comments are closed.