Parliamo degli antiossidanti, cosa sono e perché sono utili

Il capo-parto: perché, quando e cosa fare
11 Novembre 2015
uovo alla coque
Il nostro menù del giorno 12_11_2015
12 Novembre 2015

Parliamo degli antiossidanti, cosa sono e perché sono utili

La produzione dei radicali liberi avviene sia nel corpo che dall’esterno. Ciascun gruppo di cellule del nostro organismo svolge una particolare funzione: alcune sono addette alla ricostruzione dei tessuti muscolari, altre alle cartilagini,altre ancora per le ossa o ancora, della pelle. L’attività svolta dalle cellule produce dei materiali di scarto con effetto tossico per il nostro organismo. I radicali liberi sono uno di questi prodotti di scarto e sono in grado di ridurre la vita delle cellule sane e di accelerare il processo di invecchiamento, attraverso il danneggiamento della membrana plasmatica e del DNA, di indebolire il sistema immunitario e di favorire l’insorgere di numerose malattie. Ma non basta, altri radicali liberi provengono dall’esterno e possono penetrare nell’organismo attraverso l’apparato gastroenterico, respiratorio o attraverso la cute.

Gli antiossidanti contrastano i radicali liberi
E’ compito degli antiossidanti riportare l’equilibrio chimico nelle cellule grazie alla possibilità di fornire loro gli elettroni di cui sono privi. Ecco perché sono molto importanti e utili al benessere di tutti gli organi del corpo. Fin da piccoli, un’alimentazione corretta può migliorare le difese dell’organismo grazie agli antiossidanti. Ciascun antiossidante ha un campo di azione limitato ad uno o due specifici radicali liberi. Quindi solo una dieta completa ed equilibrata può garantire un’efficace azione antiossidativa. Per avere un sufficiente apporto di antiossidanti, si consiglia un consumo giornaliero di frutta e verdura di stagione e soprattutto freschi: in genere due cento grammi di frutta e tre cento grammi di verdura. Gli alimenti che contengono gli antiossidanti sono suddivisi in tre gruppi, a seconda del loro potere. Ai primi posti si trova la frutta blu scuro: prugne viola, uva nera, mirtilli e more, seguita dalla frutta rossa. Altri alimenti molto ricchi di antiossidanti sono: patate dolci, carote, crescione, piselli, broccoli, cavolfiori, limoni, mango, melone, peperoni, zucca, fragole, pomodori, cavoli, uva, kiwi, arance, germe di grano, albicocche, fagioli. Ovvero tutta la frutta e la verdura di colore rosso, arancione e giallo. Anche il tonno, le sardine, il salmone ed i frutti di mare contengono una buona quantità di antiossidanti. E’ quindi, davvero fondamentale introdurre nella dieta del bambino questi cibi, proponendoli in ricette appetitose e sfiziose, per favorire una sana crescita di tutti gli organi.

I principali antiossidanti presenti nella frutta e nella verdura sono:
•Pigmenti vegetali: polifenoli, bioflavonoidi;
•Vitamine: vitamina C, vitamina E, betacaroteni precursori della vitamina A;
•Micronutrienti ed enzimi: selenio, rame, zinco, glutatione, coenzima Q10, melatonina, acido urico, ecc..

La Redazione

Registrati o Accedi

Lascia un commento