Cosa apprenderà nostro figlio questo anno e come aiutarlo

frittata agli spinaci
Il nostro menù del giorno 07_09_2021
7 Settembre 2021
pollo funghi
Il nostro menù del giorno 08_09_2021
8 Settembre 2021

Cosa apprenderà nostro figlio questo anno e come aiutarlo

percorso scolastico

Cinque anni nella vita di un adulto cambiano alcune cose, sicuramente è vero anche se una persona resta sostanzialmente sé stessa. Per un bambino, invece, cinque anni rappresentano un enorme salto evolutivo: basti pensare quanto cambiano in: statura, gusti e competenze. Ecco in breve la loro evoluzione e come noi genitori possiamo aiutarli.

Scuola per l’infanzia

Alla scuola per l’infanzia o materna, i bambini continuano il percorso di consapevolezza di sé stessi iniziata al nido. Imparano a conoscere il senso del tempo, migliorano la propria autonomia personale ed iniziano ad esprimere la propria creatività. All’inizio della materna, i bambini provano spesso un senso di malinconia al mattino quando vengono lasciati perché non si rendono conto della dimensione del tempo prima che i genitori tornino a prenderli. Inoltre, all’inizio della materna, non sono in grado di gestire l’autonomia e ne escono in grado di vestirsi, allacciarsi le scarpe e gestire a tavola anche le posate più complesse. Ecco perché il ruolo della scuola dell’infanzia è importante. Inoltre, acquisiscono consapevolezza delle proprie capacità sia creative, attraverso l’elaborazione di disegni e piccoli lavori, sia fisica e motoria, grazie alle attività che vengono proposte come la psicomotricità.

Scuola primaria

Alla scuola primaria o elementare il bambino è già un piccolo uomo autonomo, infatti, sa gestire la propria persona: è questo il momento di spostare l’attenzione sulle competenze e sulla loro organizzazione. Oltre ad apprendere a leggere e scrivere, e risolvere piccole operazioni di aritmetica, il bambino apprende a portare a termine il compito assegnato, collegando quello che gli viene detto di fare con l’esecuzione del lavoro in un lasso di tempo che deve essere dedicato a quello, non al gioco o ad altro. Inoltre, impara a spostare l’attenzione più avanti, senza limitarsi all’orizzonte della giornata: impara a pianificare compiti e lezioni per il resto della settimana e a regolarsi di conseguenza. Inoltre inizia a sviluppare gusti e preferenze, interessandosi ad andare oltre quello che gli viene insegnato.

Scuola secondaria di primo grado

La scuola media è oggi chiamata scuola secondaria di primo grado. I cambiamenti fisici e psicologici sono tantissimi: iniziano a pretendere più indipendenza, chiedono di tornare da scuola soli, oltre a chiedere di voler uscire con gli amici. Anche l’apprendimento inizia a modificarsi. A scuola gli insegnanti cominciano a pretendere una maggiore maturità sia nel comportamento, sia nell’approccio allo studio. Se non si comprende qualcosa, è corretto alzare la mano e chiedere una seconda spiegazione. Un testo non va appreso passivamente, ma approfondito in modo autonomo anche ricorrendo a internet, ai giornali, alle enciclopedie o perfino a fonti dirette, per esempio gli adulti. In un tema, inizia a essere importante l’espressione del proprio punto di vista, per maturare un senso critico anche nel confronto degli autori. Il lessico si arricchisce di termini complessi e in questo processo la lettura diventa essenziale.  

Giorgia Andretti


Sostieni Guidagenitori.it

Il Covid-19 ha colpito al cuore anche l’economia, tutto si è fermato, pubblicità compresa, l’unica forma di sostentamento per fare e diffondere l’informazione medico-scientifica, obiettivo principale di Guidagenitori.it

I nostri giornalisti, tecnici informatici e tutti gli altri operatori che sorreggono il giornale, continuano a svolgere regolarmente il lavoro per offrire gratuitamente i servizi editoriali, nonostante le difficoltà economiche. Ecco perché il vostro contributo è prezioso.

Registrati o Accedi

Comments are closed.