Troppo caldo non è salutare per il benessere del cuore

Insalata di finocchi e arance  fresca e dissetante
15 Luglio 2022
Insalata di fagioli neri e avocado
Fagioli neri e avocado, una chicca per il benessere
18 Luglio 2022

Troppo caldo non è salutare per il benessere del cuore

estate e cardiopatie

Caldo, afa, niente pioggia. Questa estate 2022 sembra infinita e a farne le spese è il benessere delle persone, soprattutto di quelle che soffrono di qualche disturbo di cuore. Sì, perché non è solo l’ipertensione arteriosa che può causare problemi, ma anche la pressione bassa. È l’avvertimento che arriva dalla Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare – SIPREC – infatti, ha diffuso alcune indicazioni utili per tutti, ma soprattutto per chi soffre di patologie cardiovascolari o chi potrebbe essere un soggetto a rischio.

Perché le temperature elevate fanno male al cuore

La risposta alle temperature elevate è la vasodilatazione, la dilatazione delle arterie che favorisce la riduzione della pressione arteriosa e la sudorazione con perdita di liquidi ed elettroliti. Questo può causare improvvisi fenomeni ipotensivi, collegati alla bassa pressione, e determinare malesseri, forte debolezza, in qualche caso vere e proprie sincopi. Per evitare questo rischio occorre una buona idratazione e cercare di non esporsi eccessivamente al caldo. Questi principi valgono soprattutto al mare: passare rapidamente dal caldo al freddo del mare può comportare un repentino passaggio dalla vasodilatazione alla vasocostrizione, determinando conseguenze pericolose, sia nei pazienti cardiopatici sia in quelli sani. La seconda precauzione è limitare l’esercizio fisico nelle ore più calde. Caldo, sudorazione e mascherine possono accentuare problemi di respirazione ed esporre maggiormente i pazienti cardiopatici a crisi respiratorie o lipotimie, a causa di un ridotto apporto di sangue ossigenato al cervello, del calo della pressione e dell’ossigenazione ridotta in ambienti umidi e affollati. La mascherina va usata, ma con una maggiore consapevolezza delle limitazioni soprattutto legate ad un aumentato impegno fisico: scale, posizione eretta prolungata e così via.

Grande attenzione deve essere riservata ai farmaci

Le persone che assumono farmaci, alcune categorie meritano particolare attenzione. Chi prende farmaci anti-ipertensivi deve rispettare l’aderenza alle prescrizioni del medico e consultarlo in caso di dubbio, senza prende mai l’iniziativa di ridurre il dosaggio o addirittura sospendendolo. È sempre il curante che deve fornire queste indicazioni e le variazioni implicano automaticamente la necessità di misurare la pressione più frequentemente. La seconda categoria di pazienti che richiedono maggiore attenzione sono coloro che fanno uso di diuretici. A causa della perdita di liquidi e di sali dovuta alla sudorazione, molto frequente nei soggetti con ipertensione e scompenso cardiaco, si rischia di incorrere in disidratazione e perdita di elettroliti, rendendo opportuna una rimodulazione della terapia con i diuretici o comunque una supplementazione idro-elettrica.

Cuore: attenzione quando si soggiorna in montagna

La montagna nei soggetti cardiopatici determina una riduzione dell’ossigenazione del sangue. Un’eventuale vacanza montana deve essere affrontata con parametri che garantiscano delle precauzioni. È bene arrivare a un’altitudine di non oltre 1000-1200 metri e quindi scegliere una località di vacanza a questa altitudine. Durante il viaggio è importante andare in progressione ossia concedersi una sosta di qualche ora ogni 500-600 metri per permettere al cuore di abituarsi. L’alimentazione deve essere leggera e con una quantità significativa di frutta e verdura, che consentono anche una digestione più veloce. Si deve rispettare l’aderenza terapeutica e disporre delle adeguate prescrizioni anche nel periodo estivo, ricordandosi di portare una adeguata provvista di farmaci e di tenere a portata il numero di telefono del curante, per qualsiasi necessità.

Sahalima Giovannini

Sostieni Guidagenitori.it

Il Covid-19 ha colpito al cuore anche l’economia, tutto si è fermato, pubblicità compresa, l’unica forma di sostentamento per fare e diffondere l’informazione medico-scientifica, obiettivo principale di Guidagenitori.it

I nostri giornalisti, tecnici informatici e tutti gli altri operatori che sorreggono il giornale, continuano a svolgere regolarmente il lavoro per offrire gratuitamente i servizi editoriali, nonostante le difficoltà economiche. Ecco perché il vostro contributo è prezioso.

Registrati o Accedi

Comments are closed.