Diabete, malattia cronica ancora troppo sottovalutata

Vegetali crudi per un fresco e salutare snack pomeridiano
21 Luglio 2022
Crema-al-limone
Non solo dissetante ma anche energetica: crema di limone
22 Luglio 2022

Diabete, malattia cronica ancora troppo sottovalutata

diabete

Il termine pandemia è stato usato molto negli ultimi tempi, ma non esiste solo quella da Covid-19, bensì un’altra, di cui si parla meno ma che causa molte vittime. Stiamo parlando del diabete, una malattia cronica che colpisce nel nostro paese quasi 4 milioni di persone ed è la causa principale o la concausa di oltre 80mila morti ogni anno. I numeri sono destinati a crescere: è sufficiente pensare che, in Italia, dal 2000 ad oggi i casi di diabete sono raddoppiati. Se ne è parlato durante il 15mo Italian Diabetes Barometer Forum, organizzato da Italian Barometer Diabetes Observatory Foundation – IBDO Foundation – e dall’intergruppo parlamentare Obesità e Diabete.

Occorrono cure adeguate e monitoraggio continuo

Ricevere un’adeguata assistenza specialistica multiprofessionale può portare a una riduzione del 19% della mortalità per tutte le cause legate al diabete. Eppure, gli esperti della Società italiana di Diabetologia fanno notare che solo il 30% di chi ne è affetto riceve un’assistenza adeguata. Per questo motivo, i diabetologi hanno proposto un nuovo modello di assistenza con azioni che rafforzino i centri di assistenza specialistica esistenti, creandone di meno ma più grandi e coinvolgendo tutti gli specialisti in diabetologia che operano nel territorio. In questo modo si potrà eseguire screening delle complicanze e visitare, almeno una volta, tutte le persone con diabete. I medici della Associazione medici diabetologi – Amd – ritengono che sia essenziale garantire una migliore collaborazione tra strutture diabetologiche e la medicina generale. Infine, è essenziale investire di più e meglio per ridurre drasticamente le differenze sociali, perché tutti i cittadini, soprattutto i malati cronici come il diabete, hanno diritto di ricevere cure e terapie omogenee sul territorio nazionale.

Non sottovalutare i sintomi, il diabete sussurra non urla

È anche importante rendere consapevoli le persone che il diabete è una malattia silenziosa, non dà sintomi, ma nel frattempo causa danni al cuore e al sistema circolatorio. I medici di medicina generale devono rendere i loro assistiti consapevoli dell’importanza di effettuare la misurazione della glicemia: se è elevata, è necessario andare a fondo misurando l’emoglobina glicata, la cartina al tornasole del diabete ed effettuando altre indagini specifiche. Quindi si corre ai ripari, prima di tutto con la dieta evitando cibi con indice glicemico troppo elevato, aumentando l’attività fisica e la perdita di peso. Occorre sapere che anche il diabete dei giovani, il tipo 1, ha segnali poco chiari: tanta sete e tanta pipì, dimagrimento immotivato e debolezza sono però sintomi che non vanno sottovalutati ed è bene parlare subito con il medico o addirittura recarsi al pronto soccorso.

Lina Rossi

Sostieni Guidagenitori.it

Il Covid-19 ha colpito al cuore anche l’economia, tutto si è fermato, pubblicità compresa, l’unica forma di sostentamento per fare e diffondere l’informazione medico-scientifica, obiettivo principale di Guidagenitori.it

I nostri giornalisti, tecnici informatici e tutti gli altri operatori che sorreggono il giornale, continuano a svolgere regolarmente il lavoro per offrire gratuitamente i servizi editoriali, nonostante le difficoltà economiche. Ecco perché il vostro contributo è prezioso.

Registrati o Accedi

Comments are closed.