Diabete: in arrivo APP e glucometri e la ricerca rende la vita più facile

Il cuore degli adolescenti è sempre più a rischio, il controllo è essenziale
4 Febbraio 2015
L’olio minerale mantiene la pelle ben idratata e non occlude i pori
5 Febbraio 2015

Diabete: in arrivo APP e glucometri e la ricerca rende la vita più facile

I bambini con diabete sono in costante aumento. Alcuni di essi soffrono di diabete di tipo II, ovvero – non insulino-dipendente, un tempo prerogativa delle persone adulte e anziane ed oggi diffuso anche tra i più giovani a causa dell’obesità. Altri soffrono della forma di diabete giovanile, quella detta – insulino-dipendente: una malattia autoimmune in grado di distruggere tutte le cellule del pancreas, le quali divengono incapaci di produrre insulina. Questa forma presuppone la somministrazione regolare di insulina mancante e prevede inoltre che si effettui una misurazione regolare della glicemia, per evitare il possibile sviluppo di crisi ipoglicemiche. I piccoli con diabete, insomma, da sempre hanno una vita non facile. Per fortuna, oggi la ricerca medica ha messo a punto dispositivi tali da semplificare la gestione della vita quotidiana dei bambini.

Controllo continuo della glicemia
Per la misurazione quotidiana della glicemia, esistono device del livello di glucosio, cioè glucometri agganciati al sistema wireless. Si punge un dito con il kit in dotazione, si applica la goccia di sangue su speciali strisce e, immediatamente, vengono inserite nel glucometro: su un display appare subito il livello di glicemia. Il glucometro, attraverso un sistema wireless, trasmette i valori sullo smartphone o sul tablet. Scaricando una speciale APP, i valori del glucosio sono registrati, inseriti automaticamente in un grafico per consentire l’osservazione nel tempo, l’andamento dei valori e addirittura crea un promemoria su quando assumere i farmaci. I dati possono essere trasmessi e condivisi con il team medico che segue il bambino. Le nuove tecnologie sono particolarmente adatte ai più giovani, gestiscono con disinvoltura tablet e cellulari per gioco e intrattenimento. La possibilità di controllarsi da soli rappresenta un’opportunità di indipendenza e li rende più consapevoli. Il livello di glicemia resta più stabile, però, se il ragazzino assume una quantità regolare di insulina. Questo è reso possibile dalla disponibilità dei microinfusori, strumenti che somministrano insulina. I microinfusori di oggi si sono evoluti e riescono a somministrare l’insulina a seconda delle necessità del malato, ossia in modo continuo oppure a domanda. Inoltre molti glucometri oggi sono dotati di funzioni per monitorare la glicemia, avvertendo se la glicemia sale o scende troppo ed eventualmente interrompendo automaticamente l’erogazione di insulina se la glicemia scende troppo.

L’insulina con un cerotto
E, proprio per facilitare la vita dei piccoli diabetici è stato progettato un microinfusore di insulina in cerotto senza cateteri, piccolo e leggero, munito di un adesivo resistente e flessibile, impermeabile. Si tratta di un dispositivo adatto per il diabete di tipo 1, costituito da apparecchio simile a un iPod di pochi centimetri in cui sono presenti batterie, micro pompa, ago cannula, cartuccia con insulina. Il dispositivo può essere fissato al braccio, a una gamba, all’addome oppure alla parte inferiore della schiena, attraverso un cerotto. L’iPod funziona da serbatoio, può essere attivato a distanza da un computer che somiglia a un cellulare come dimensioni e regola la costante e adeguata somministrazione di insulina. Utilizzandolo, il bambino si sentirà più libero, gli sarà più facile aderire al trattamento e quindi riuscirà a gestire con serenità la cura e avrà una migliore qualità di vita. Un’esigenza particolarmente avvertita oggi, quando i diabetologi consigliano ai bambini una vita il più possibile normale, comprensivo anche della pratica sportiva. Se i medici non hanno nulla in contrario, infatti, il bimbo con diabete può praticare sport come pallavolo, tennis, basket, nuoto, sci, insomma tutti tranne quelli che si svolgono in condizioni estreme. Un infusore resistente e di facile gestione è quindi essenziale per assecondare uno stile di vita il più regolare possibile.

Lina Rossi

Registrati o Accedi

Lascia un commento