Ritorno a scuola e ansia, come aiutare i bambini

pasta alla norma
Il nostro menù del giorno 03_09_2020
3 Settembre 2020
tonno-scottato
Il nostro menù del giorno 04_09_2020
4 Settembre 2020

Ritorno a scuola e ansia, come aiutare i bambini

L’inizio dell’anno scolastico 2020-2021 è carico di incognite e di aspettative: non si sa ancora con certezza se la scuola riprenderà tutti presenti o scaglionati e distanza. Tutto questo è sufficiente a infondere ansia a chiunque, figuriamoci ai bambini e ai ragazzini che si accingono a iniziare un nuovo ciclo, per esempio la primaria o le medie. Comunque vada, qualche suggerimento per aiutarli a sentirsi meglio è forse necessario.


Colazione: farla sempre!

Per arrivare a scuola di buon umore e vincere l’ansia è necessario dedicare alla colazione tutto il tempo necessario per gustare con calma alimenti dalle proprietà benefiche sul corpo e sulla mente. Il latte o lo yogurt non può mancare, perché ricchi di calcio e di selenio con effetti antidepressivi, oltre che di triptofano il precursore della serotonina. Si può aggiungere un cucchiaio di cacao amaro, oppure sgranocchiare due cubetti di coccolato fondente: grazie al contenuto di teobromina, caffeina, fenil-etilamina migliora il tono dell’umore. Un mix di frutta fresca: banane, arance, fragole e mele apportano gli aminoacidi e vitamine necessarie alla microcircolazione sanguigna, aumentando la concentrazione. Meglio ancora se si aggiunge un prodotto da forno integrale, come le fette biscottate, per un’energia che dura a lungo durante le ore di studio.


Il ruolo del pasto

Il pasto di mezzogiorno, altro punto oscuro di come sarà l’ora della pausa a scuola. In questi ultimi giorni prima della scuola, proviamo a mettere a tavola solo cii che aiutano a combattere l’ansia e lo stress. Se ci si sente agitati e si fatica a digerire, è bene scegliere zuppe a base di verdure a foglia verde scuro e cereali. Se il primo pomeriggio l’umore scende, è meglio fare scorta di omega 3 e 6, salmone e sardine ne sono ricchissimi o mangiare insalate miste con frutta a guscio e olio di oliva.


Meglio non usare la macchina

Arrivare a scuola a piedi significa partire già avvantaggiati e con un livello di stress inferiore. L’ideale è scegliere un tragitto non troppo trafficato, con un po’ di verde, per non far assorbire ai bambini troppo inquinamento. Farlo tutti i giorni, per almeno una ventina di minuti, secondo ricerche dell’università scozzese di Edimburgo, riduce del 14% le manifestazioni ansiose e depressive. È merito del moto, unito all’effetto della luce naturale, che riequilibrano i bioritmi all’inizio della giornata. Il risultato è che si arriva a scuola o sul lavoro più rilassati e con migliori capacità cognitive. 


Un po’ di attività all’aperto

L’immobilità prolungata impedisce al sangue di circolare bene, quindi al cervello arrivano meno sangue e ossigeno e i neuroni restano privi di carburante. L’aria dei luoghi chiusi, satura di anidride carbonica, rallenta l’attività delle sinapsi neuronali, causando sonnolenza e deconcentrazione. Per questo è importante che i bambini facciano un po’ di attività fisica tutti i giorni anche solo giocando ai giardini o facendo un giro in bici vicino a casa. La luce naturale farà immediatamente salire i livelli di serotonina e di endorfine, che aiutano a rilassarsi e a scacciare l’ansia.


Un tocco di verde per contenere l’ansia

Studi scientifici hanno dimostrato che uffici più green aumentino benessere e produttività e aiutino a tenere sotto controllo i livelli di stress e ansia. Merito di doversi occupare della piantina e degli effetti benefici sull’ambente. Tra le specie più semplici da curare: richiedono poca luce e acqua troviamo l’Agave e l’Aloe. L’ Areca palmata e il Bambù purificano l’aria, abbattendo formaldeide, benzene e tricloroetilene. La Potus cresce anche in un piccolo vaso pieno d’acqua e assorbe sostanze chimiche e anidride carbonica. Perché non regalarne una a nostro figlio? Potrà occuparsene personalmente con il nostro aiuto e lo aiuterà ad avere buon umore mentre studia e imparerà questa piccola responsabilità.


Un piccolo aiuto anche dall’aroma terapia

Alcune sostanze profumate aiutano a stare meglio nei momenti più impegnativi. Gli esperti consigliano due gocce di olio essenziale bergamotto, due di camomilla e due di sandalo in un fazzoletto da portare alle narici se gli impegni causano cattivo umore. Se a scuola ci si sente in ansia e in perenne agitazione, meglio mescolare finocchio dolce, lavanda e lemongrass sempre due gocce per tipo. Rosa, patchouli e pompelmo vanno bene se ci si sente insicuri e poco all’altezza. Basta annusare i mix odorosi per qualche minuto, due volte nell’arco delle ore di lavoro. Per i bambini basta metà dose in un fazzoletto da tenere in tasca.

Lina Rossi

Registrati o Accedi

Comments are closed.