Vacanze al mare: tutte le regole per i bambini

Il nostro menù del giorno 26_05_2020
26 Maggio 2020
pollo alla griglia
Il nostro menù del giorno 27_05_2020
27 Maggio 2020

Vacanze al mare: tutte le regole per i bambini

Sarà un’estate particolare, questa del 2020. I primi a risentirne saranno, come spesso succede, i più giovani, soprattutto i bambini. Per i piccoli, infatti, estate significa soprattutto gioco in libertà su spiagge, in riva al mare, a bordo piscina, in prati e parchi il gioco è fatto di contatto fisico: abbracci, darsi la manina, litigare a spintoni, assaggiare l’uno con l’altro il proprio gelato.

Un’estate da ricordare per la vita

Il contatto umano è totalmente stravolto, snaturato: i piccoli dovranno stare lontani, limitando i contatti fisici a bambini con i quali la sicurezza è rodata come i fratelli conviventi, o al massimo i cugini che sono stati frequentati in primavera. Per il resto, anche i pediatri sono tassativi: se si vogliono portare i bimbi in vacanza, al mare soprattutto, è necessario che siano educati ai nuovi comportamenti, almeno finché l’epidemiologia lo impone. Se non si è in grado di fare attività nel rispetto delle regole, fingendo che il coronavirus non esista. È necessario essere consapevoli dei rischi che si corrono e ai quali si espongono gli altri. Lo spiega Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria – SIP. L’esperto ha ribadito che il Sars-Cov-2 gira ancora tra noi e continua a mietere vittime. Quando le condizioni epidemiologiche permetteranno di riprendere la vita come prima, si agirà di conseguenza. Adesso tutto è possibile, purché siano rispettate le regole, la prima tra tutte: la distanza di almeno un metro.

Le regole fondamentali: distanza e mascherine

I bambini non potranno fare giochi di gruppo soprattutto dove è prevista la vicinanza vis-a-vis. Duro da accettare, ma necessario, a confermarlo sono i pediatri italiani da sempre al fianco del benessere e della serenità dei più piccoli. Quest’anno anche i bambini dovranno collaborare al benessere della collettività e restare un po’ distanti anche nei luoghi tradizionalmente di aggregazione, come le spiagge, i prati, i parchi e soprattutto indossare la mascherina. La mascherina deve essere indossata dai bambini e ragazzi sopra i sei anni, privilegiando mascherine divertenti. Le strutture che mettono a disposizione baby-sitting devono munirsi per personale con rapporto di uno a cinque per bambini da zero a cinque anni; da uno a sette per bambini da sei a undici anni e di uno a dieci per adolescenti da dodici a diciassette anni. Se si ha la necessità di uscire, questo è possibile farlo anche in presenza di un bambino. Deve essere chiaro che resteranno ancora vietati gli assembramenti, perché la regola numero uno è il distanziamento sociale. Se un bambino sta all’aria aperta al parco o in spiaggia e si rispetta il distanziamento sociale non ha bisogno della mascherina, ma questa è necessaria se si entra in contatto con una persona a rischio, per esempio i nonni.  

Come farlo capire ai bambini

Oltre al distanziamento sociale è necessario lavare spesso le mani, anche all’aperto, per questa ragione è essenziale avere sempre a portata di mano il gel igienizzante da utilizzare tutte le volte in cui l’acqua non è disponibile. I bambini potranno nuotare ma ciascuno per conto suo, visto che è impensabile indossare una mascherina quando si fanno i tuffi, giocare ai castelli di sabbia, mangiare un gelato e leggere sotto l’ombrellone. Per qualche tempo dovranno rinunciare a fare nuove amicizie, a rivedere i piccoli amici salutati lo scorso agosto. Sarà dura per loro, ma la situazione sanitaria lo impone.  Un saluto da lontano, un abbraccio simulato, una videochiamata per quest’anno dovranno compensare l’affettività reale. Sarà un’estate tutta da inventare, con i giochi da spiaggia da sanificare con più attenzione a fine giornata e di mascherine da indossare quando si incontrano adulti o anziani… ma insieme e con l’aiuto affettuoso di tutti i genitori insieme ci riusciremo!

Lina Rossi

Registrati o Accedi

Comments are closed.