Iscrizione a scuola, ecco come si fa
13 Gennaio 2021
MAIALE E MELE
Il nostro menù del giorno 14_01_2021
14 Gennaio 2021

Il primo alimento della vita: il latte

latte

Nei supermarket ci sono tanti tipi di latte, dal classico latte vaccino o di capra ai vari latti derivati dalle piante, dalla frutta a guscio o dai semi. Tutti i latti hanno delle proprietà nutritive valide offrendo proteine, minerali, vitamine, grassi e calorie per il buon metabolismo del nostro corpo.

Latte di origine animale: vaccino e capra

Abbiamo ben quattro tipi diversi di latte vaccino: intero, parzialmente scremato e totalmente scremato. Tutti i tipi di latte vaccino hanno la stessa quantità di proteine, calcio e vitamine. La differenza è solo nel quantitativo di grassi e calorie.  Il latte intero, ricco di grassi, dovrebbe essere offerto ai bambini fin verso i tre anni, periodo della vita in cui il sistema nervoso è forte sviluppo, i neuroni hanno bisogno di una dieta ricca di grassi per sviluppare bene il complesso sistema cerebrale, inoltre, essendo il corpo in crescita hanno bisogno di un maggior apporto calorico. Il latte privato del lattosio, lo zucchero proprio, è adatto alle persone intolleranti al questo zucchero. Questo latte è trattato, ovvero, lo zucchero viene scomposto in zuccheri semplici, per il resto, offre gli stessi nutrienti del latte vaccino. Il latte di capra è più ricco di proteine ben nove grammi per tazza e di calcio, però. Ha anche molte più calorie e grassi saturi al latte vaccino.

Latte derivato dalle piante: soia e riso

Tra i latti derivati dalle piante il più comune è il latte di soia, è prodotto con semi di soia macinati imbevuti di acqua, è un concentrato di nutrizione: ha tutti i benefici del latte vaccino, è un validissimo sostituto. Il latte di soia è un’ottima soluzione per le persone intolleranti al lattosio. Una sola accortezza è necessario fare attenzione alla dieta, ovvero deve essere introdotta una buona quantità di calcio e di vitamina D.  Il latte di riso è una buona alternativa al latte di soia, inoltre, essendo privo di glutine, è indicato anche per le persone sofferenti di celiachia. Il latte di riso è realizzato dal riso integrale macinato e acqua. Però, anche questo latte ha un però, una tazza di latte di riso ha solo 1 grammo di proteine mentre, essendo appunto riso, è ricco di carboidrati.

Latte derivato dalla frutta a guscio: mandorla, anacardi, macadamia e di cocco

Il latte di mandorla si realizza con le mandorle tritate e acqua filtrata lasciate macerare. Il latte di mandorla è ricco di calcio, circa 450 milligrammi per ogni tazza di latte, molto di più sia dei formaggi, dello yogurt e del latte di soia. La differenza tra latte e mandorle crude è che il frutto crudo ha molte più proteine, fibre e grassi sani.  Il latte di anacardi è un’opzione realizzare per zuppe, condimenti e salse in cucina, ha meno calorie rispetto al latte scremato e circa il 32% di calcio n più. Il latte di Macadamia è un’opzione per le persone che seguono una dieta a base vegetale e che necessitano di una buona quantità di calcio, una tazza ne fornisce circa il 45% del bisogno quotidiano.  Il latte di cocco, da non confondere con l’acqua di cocco, il liquido presente all’interno del cocco non ancora maturo. Il latte di cocco è realizzato dalla polpa, la parte bianca del frutto, la sua consistenza molto densa non rende questo latte adatto a bere a meno che non sia diluito in acqua, mentre, può essere un sostituto della panna da cucina. Per il suo elevato quantitativo di grassi.


Latti derivati dai semi: canapa e lino

Latte prodotto dai semi canapa è più denso e cremoso del latte di soia, una tazza di questo latte è ricca di grassi omega-3 e omega-6 e altri nutrienti. Il latte prodotto dai semi di lino è semplicemente olio di lino spremuto a freddo mescolato con acqua, questo latte offre circa 1.200 milligrammi di acidi grassi omega-3 buoni per il cuore.

Rossi Lina

Registrati o Accedi

Comments are closed.