Attente agli esami inutili
4 Marzo 2002
Un regalo speciale
14 Marzo 2002

La farfalla e la coccinella

Il cielo divenne tutto nero, si mise a tuonare e scoppiò un temporale, ma per le due amiche tutto finì bene

In un grande campo pieno di fiorellini color oro, viveva una farfallina bianca e blu. Leggera come una bolla di sapone, volava tutto il giorno sul campo e orami era diventata la messaggera dei fiori: di tanto in tanto si riposava su qualche fiorellino del campo che ormai conosceva bene e portava loro notizie degli altri fiori.

Un bel giorno d’estate mentre volteggiava nell’aria, la farfalla si scontrò con una coccinella rossa con tanti puntini neri sulle ali, che non si era accorta di lei: “Che cosa succede?” domandò la bella farfalla bianca e blu. “Scusami” rispose la coccinella “Sono andata a domandare al sole se brillerà tutta l’estate, ma lui, si è arrabbiato perché l’ho disturbato ed è andato a nascondersi dietro ad un grosso nuvolone nero…Allora mi sono spaventata e sono scappata più in fretta che potevo e sono arrivata fin qua”. Come finì di parlare, si alzò un forte vento che si portò via la farfalla e la coccinella. Il cielo divenne tutto nero, si mise a tuonare e scoppiò un temporale.
I due piccoli insetti cercarono riparo sotto le foglie di rosa, spaventati dalla collera del sole che se ne stava tutto imbronciato dietro i nuvoloni neri.
Quando diminuì la pioggia le due poverine si guardarono intorno e cercarono di ritrovare la strada per ritornare al campo, ma dato che avevano entrambe le ali bagnate, non riuscirono a muoversi.
Spaventate iniziarono a piangere.
Il sole sentendo i loro singhiozzi, si calmò e mandò un timido raggio che in breve asciugò le ali dei due insetti. Poi ritornò definitivamente di buon umore e disegnò in cielo un arcobaleno.

Le due amiche rassicurate, volarono via. Dopo un po’ furono abbagliate da mille piccole stelle che brillavano lontano: la farfalla riconobbe i suoi amici fiori, cominciò a chiamarli per nome e tutti alzarono la testa, aprendo i loro petali bagnati al sole e salutando la loro amica. Con pochi battiti d’ali i due insetti si ritrovarono tra i fiori color oro e la farfalla, più felice del solito, iniziò a volare da un fiore all’altro, abbracciandoli e baciandoli.
Poi per tutta l’estate si prese cura della piccola coccinella che non andò più ad importunare il sole, che rimase in cielo felice e sempre sorridente.

 

Domizia Luzzi

Registrati o Accedi

Lascia un commento