E voi, per aiutare i vostri figli fareste qualsiasi cosa, anche illecita?

Dormono abbastanza i nostri figli? Le nuove tabelle del sonno
16 Marzo 2015
Educazione rigida e troppo device blocca la fantasia dei bambini
30 Marzo 2015

E voi, per aiutare i vostri figli fareste qualsiasi cosa, anche illecita?

Una riflessione viene spontanea dopo aver letto gli ultimi fatti accaduti nella nostra amata patria: uno dei Ministri ha dovuto lasciare a causa della richiesta di aiuto per suo figlio. Siamo certi che non avremmo chiesto la stessa cosa?

Si fa presto a gridare allo scandalo quando si è dalla parte opposta della barricata ma, il famoso detto biblico: Chi è senza peccato, scagli la prima pietra, dovrebbe farci riflettere e non poco. Vorrei chiarire immediatamente che fare quest’ affermazione non vuol dire giustificare il comportamento dell’uomo politico di turno, ma prima di sparare a zero proviamo a capire come e quanto la psicologia genitoriale interviene a condizionare alcune scelte, anche mettendo a rischio la propria reputazione.

La riflessione è proprio nel titolo, siamo davvero certi che nella stessa situazione di potere non avremmo chiesto un favore, in altre parole un posto di lavoro per nostro figlio?  E’ davvero difficile essere imparziali ma, vorrei chiedere ad ognuno di voi: se vostro figlio fosse in cerca di lavoro, soprattutto in questo momento con la disoccupazione giovanile ai massimi storici, arrivereste a chiedere aiuto? Nella mia posizione di responsabile editoriale di www.guidagenitori.it  arrivano più spesso di quanto si possa immaginare, da parte non solo di amici ma anche di conoscenti un po’ più lontani,  richieste di inserimento lavorativo nella nostra redazione, direi che ormai è la regola quotiidiana.

E questo tipo di richiesta non si ferma solo alla ricerca del posto di lavoro, proviamo a tornare indietro nel tempo. Chi non ha mai fatto pressioni affinché proprio figlio fosse stato inserito in quel particolare asilo o semplicemente nella classe dove è risaputo ci sia una delle più valide istitutrici? Ed ancora…quanti per far frequentare la scuola pubblica prestigiosa ma fuori dalla propria residenza, non è ricorso a trasferire in modo fittizio il proprio domicilio, pur asserendo il falso davanti ad un pubblico ufficiale? Sicuramente possiamo andare avanti nell’indicare tutta una serie di richieste, dalle più semplici alle più assurde, fatte dai genitori, tutte ovviamente rivolte ad offrire il maggior benessere per il proprio figlio e questo fin dal primo giorno della sua vita e per sempre.

Ecco, prima di giudicare un qualsiasi evento, fermiamoci a pensare cosa avremmo fatto noi al posto di quella stessa persona oggetto del nostro giudizio.

 

Registrati o Accedi

Comments are closed.