Ultimi giorni di Carnevale con il Covid-19

Il nostro menù del giorno 15_02_2021
15 Febbraio 2021
pasta e patate
Il nostro menù del giorno 16_02_2021
16 Febbraio 2021

Ultimi giorni di Carnevale con il Covid-19

Un anno fa, nel periodo di Carnevale iniziò a diffondersi l’epidemia e in alcune città furono proprio le feste cittadine a essere considerate un focolaio per la diffusione del virus. Quest’anno tutto deve essere fatto in modo più riservato, così che la campagna vaccinale possa fare il suo corso e permettere poco per volta una ripresa della vita normale.


Carnevale tra gli appuntamenti rimandati ed eventi on line

I giorni riservati ai festeggiamenti sono stati lo scorso sabato e giovedì e domani: martedì in quasi tutta Italia, tranne nelle zone dove si celebra il Carnevale Ambrosiano, che celebra il Sabato Grasso il 20 febbraio. Il Carnevale di Venezia, uno dei più famosi, sarà in streaming e si potrà seguire qui www.carnevale.venezia.it, dove grandi e bambini potranno assistere a racconti, appuntamenti, collegamenti e altro. Il Carnevale di Viareggio, altro appuntamento celebre, per la prima volta nella storia si svolgerà dal 18 settembre al 9 ottobre: i carri allegorici animati, alti fino a venti metri, sfileranno in un’atmosfera autunnale. In Piemonte, al Carnevale di Ivrea la – Battaglia delle Arance – è sospesa nella sua versione dal vivo. Fino alla fine di febbraio si può partecipare al contest Un Carnevale di Ricordi postando immagini, video e storia con l’hashtag #uncarnevalediricordi, per info www.storicocarnevaleivrea.it. Il Carnevale di Cento, vicino a Ferrara, è stato spostato dal 23 maggio 2021 al 20 giugno. le sfilate saranno il 23 e il 30 maggio e il 6, 13 e 20 giugno nella speranza di evitare il picco dei contagi.


Il Carnevale dei più piccoli sarà solo casalingo

Per i nostri piccoli, d’altra parte, è difficile non festeggiare in alcun modo. Non sarà però possibile organizzare feste in casa con tutti i compagni di classe o i piccoli amici vicini di casa. è però possibile farli divertire ugualmente, con un po’ di buon senso e sempre nel rispetto delle misure di sicurezza. Limitiamoci a invitare tre bambini: per quest’anno saremo capite e nessuno si offenderà. Con garbo, spieghiamo che i piccoli dovranno ovviamente essere in ottima salute, senza febbre, tosse o altri segnali che potrebbero essere il sintomo che qualcosa non va e che possono diffondere il contagio. Assumiamoci la responsabilità di controllare i bambini insieme ad un altro componente della famiglia in perfetta salute: non dimentichiamo la nonna contagiata proprio a una festa alla quale aveva accompagnato la nipotina. I bicchieri per le bevande saranno rigorosamente contrassegnati dal nome del proprietario e in caso di confusione sarà gettato via. Il buffet… altro punto dolente. Si possono limitare i rischi ponendo un adulto come addetto alla distribuzione di chiacchiere, panini, pizzette che dovranno essere distribuite con posate e rigorosamente in mono porzione. Anche l’adulto dovrà indossare la mascherina, magari coperta con una simpatica maschera da Carnevale, e ovviamente i guanti, cercandoli in un colore diverso per dare un piccolo tocco di allegria, per esempio azzurri o gialli. Sarà un Carnevale un po’ più in sordina ma ugualmente divertente.

Giorgia Andretti

Registrati o Accedi

Comments are closed.