Quando il bambino ha dolore nelle sue parti intime

Il nostro menù del giorno 8_10_2020
8 Ottobre 2020
gamberetti
Il nostro menù del giorno 9_10_2020
9 Ottobre 2020

Quando il bambino ha dolore nelle sue parti intime

Anche ai bambini e agli adolescenti può capitare di avere dei problemi nella zona intima, esattamente come capita alle ragazzine nel caso delle infiammazioni vaginali. Mentre però le giovanissime hanno una certa confidenza con la mamma, la sorella più grande o la ginecologa, tra i maschi vige sempre una sorta di pudore. È importante invece spingerli a parlarne, magari con il papà o con un medico di cui si fidano.


Un problema di aderenze

Attività fisica, sport, minzione senza poter seguire una corretta igiene intima sono alla base di una secrezione fisiologica, composta di residui di urina e sudore che si forma nell’aera genitale. La mancata rimozione delle secrezioni attraverso un’accurata igiene intima, con il passare del tempo crea infiammazioni. La cicatrizzazione di queste infiammazioni crea una sorta di incollamento tra il prepuzio ed il glande impedendo di fatto lo scoprimento del glande. La cura consiste nello scollamento di queste aderenze mediante una manovra eseguita dall’andrologo in ambulatorio con l’uso di una crema anestetica. Da quel momento in poi, il paziente deve osservare una scrupolosa igiene intima per mantenere sano l’organo sessuale


Quando il pene ha una forma particolare

Le malformazioni sono incurvamenti particolari del pene dovuti a cause genetiche, quando il tessuto che ricopre i corpi cavernosi è più corto da una parte o dall’altra, oppure all’abitudine di portare jeans e biancheria troppo aderente, che, a lungo andare possono deformare il pene. La forma si nota soltanto in stato di erezione: il pene può essere incurvato in alto, verso l’addome, ma esistono anche incurvamenti a banana se il pene è incurvato a destra o a sinistra, oppure a manico d’ombrello, se l’incurvatura è verso il basso. In questi casi si interviene con un’operazione chirurgica chiamata corporoplastica di raddrizzamento. L’intervento consta di una serie di incisioni sulla guaina che circonda i corpi cavernosi del pene, in modo che si ottenga una lunghezza simmetrica da entrambi i lati. In seguito si sutura e i punti non sono visibili dall’esterno.


Un frenulo troppo corto

Una causa frequente del dolore al pene durante le erezioni alle quali sono soggetti anche i bambini è dovuta alla brevità del frenulo, una piega di pelle che unisce il prepuzio al glande. Non tutti i maschi hanno il frenulo della stessa lunghezza: se è un po’ più corto congenitamente, tira con il rischio di lacerarsi. La situazione si verifica spesso durante il primo rapporto sessuale, e in questo caso non è legata a fattori infiammatori ma ad una normale brevità del frenulo nel ragazzo vergine. Per curare il frenulo breve è necessario sottoporsi ad una semplice operazione chirurgica, detta frenulotomia o frenuloplastica. Consiste in una piccola incisione eseguita in ambulatorio, in anestesia locale: il frenulo viene inciso e suturato.


Una apertura molto stretta

La fimosi ovvero la scarsa apertura dell’orifizio del prepuzio è dovuta a fattori genetici. Infatti fin dalla nascita, in alcuni soggetti l’apertura del prepuzio è più stretta. È impossibile avere rapporti sessuali, poiché il dolore è talmente intenso da provocare la caduta dell’erezione. Di questo ovviamente i bambini e i ragazzini che non hanno una vita sessuale non si rendono conto, ma è bene intervenire per tempo. Come per la fimosi da aderenze, anche questo disturbo va curato dall’andrologo, che incide il prepuzio per consentire lo scoprimento del glande, in ambulatorio e in anestesia locale.

Giorgia Andretti

Registrati o Accedi

Comments are closed.