Come scegliere gli sport invernali per i bambini

sandwichs alle carote
Bere  acqua e spremute per stimolare la concentrazione
13 Gennaio 2023
zuppa di pollo
L’inverno è arrivato, portiamo le zuppe in tavola
16 Gennaio 2023

Come scegliere gli sport invernali per i bambini

sport invernali per i bambini

Gli sport invernali piacciono molto ai bambini, perché si svolgono in un contesto un po’ magico e fiabesco. Dallo sci di discesa al fondo, dal pattinaggio allo slittino, ecco qual è il momento migliore per iniziare a divertirsi con prudenza e buon senso.

Sci, lo sport invernale per definizione

Lo sci può essere iniziato molto presto, anche a 18 mesi se si insegna al piccolo l’attività motoria di scivolamento in piano. A 3 o 4 anni di età, quando il senso dell’equilibrio è ancora in via di sviluppo, può essere iniziata l’attività in discesa perché i piccoli imparano a superare il timore verso il senso di vuoto delle pendenze. Lo sci aiuta lo sviluppo armonico del corpo, migliora il coordinamento dei movimenti ed è divertente. È importante iniziare la pratica dello sci per gradi, affidando i propri bambini, di qualunque età, a una scuola di sci. In tutte le località sulle nostre montagne ci sono maestri competenti, simpatici e, soprattutto, in grado di avviare anche i bambini più piccoli a questo tipo di sport. Per superare la delusione delle inevitabili cadute e per abituarsi a sentire meno il freddo è importante che i bambini desiderino dedicarsi a questo sport, senza essere forzati. Lo sci di fondo è più faticoso, ma le cadute sono meno traumatiche. Questo tipo di pratica di sci può essere un modo per iniziare a conoscere gli sci, regalandosi passeggiate inedite in panorami meravigliosi con il resto della famiglia.

Pattinaggio su ghiaccio, sport dell’equilibrio e della forma

Il pattinaggio sul ghiaccio o artistico è adatto dai 5 – 6 anni in poi, quando un bambino ha già acquisito un buon senso dell’equilibrio e di coordinazione dei movimenti. È importante che il bambino sappia ascoltare le indicazioni e sia in grado di ascoltare gli insegnamenti, ma soprattutto, metterli in pratica. Il pattinaggio è uno sport impegnativo e gratificante al tempo stesso. Le prime volte che si mettono i pattini le cadute sono inevitabili, occorre quindi un buon insegnante che riesca a infondere la giusta motivazione così che il bambino non si arrenda. È indispensabile indossare le apposite protezioni imbottite per gomiti e ginocchia e, soprattutto per i piccoli, anche un casco per evitare traumi nell’impatto con il suolo ghiacciato. Il pattinaggio sul ghiaccio allena tutta la muscolatura, soprattutto quella degli arti inferiori e dell’addome, migliora la respirazione e protegge il cuore, aumenta l’equilibrio e la coordinazione oltre ad aumentare l’autostima. Pattinare in gruppo, inoltre, ascoltando la musica, diverte e consente di stringere nuove amicizie, aiutando a vincere la timidezza.

Slittino, è divertente ma richiede prudenza

Per regalarsi magiche discese sulle piccole piste innevate in prossimità del paese o nelle aree riservate, per i più piccoli è adatto il bob o lo slittino. È importante mantenersi all’interno di zone sicure, senza addentrarsi sulle piste percorse da sciatori e snowboarder ed evitando i pericolosi fuori pista.     Nonostante lo slittino, sotto il controllo di mamma e papà, sia sicuro, è sempre consigliabile far indossare al bambino un piccolo casco protettivo e insegnare sempre al bambino l’importanza di un comportamento responsabile.

Giorgia Andretti

Sostieni Guidagenitori.it

Il Covid-19 ha colpito al cuore anche l’economia, tutto si è fermato, pubblicità compresa, l’unica forma di sostentamento per fare e diffondere l’informazione medico-scientifica, obiettivo principale di Guidagenitori.it

I nostri giornalisti, tecnici informatici e tutti gli altri operatori che sorreggono il giornale, continuano a svolgere regolarmente il lavoro per offrire gratuitamente i servizi editoriali, nonostante le difficoltà economiche. Ecco perché il vostro contributo è prezioso.

Registrati o Accedi

Comments are closed.