Petardi e fuochi d’artificio, attenzione ai bambini e animali

pollo marinato
Il nostro menù del giorno 29_12_2021
29 Dicembre 2021
ente terzo settore
L’associazione Guida per Genitori è diventata E.T.S.
29 Dicembre 2021

Petardi e fuochi d’artificio, attenzione ai bambini e animali

botti e petardi

Già da molti giorni prima del 31 dicembre, nelle strade e nelle piazze di paesi e città si sentono botti di petardi e vere e proprie esplosioni. In molti luoghi si tengono addirittura spettacolari esibizioni pirotecniche. Viene da chiedersi, però, se tutto questo, oggi, abbia ancora un senso. Gli esplosivi sono pericolosi, basti ascoltare l’elenco dei feriti più o meno gravi che torna, puntuale, ogni primo gennaio. Botti e petardi spaventano i bambini piccoli, gli anziani, le persone deboli di cuore. Senza contare gli animali: ogni anno migliaia di uccelli e di altri esemplari che vivono all’aperto muoiono di spavento. Tanti cani e gatti fuggono terrorizzati e spesso finiscono sotto le ruote delle automobili. Se proprio non si può fare a meno di fare un po’ di schiamazzi la notte dell’ultimo dell’anno, è importante almeno concentrare il divertimento nelle ore giuste, evitando di far scoppiare petardi ed esplosivi in pieno giorno, magari vicino a bambini piccoli, persone anziane e animali.

Festa a misura di bambino

Nulla vieta che un bambino partecipi alla serata dell’ultimo dell’anno, a patto che ci si organizzi. Se il bambino è piccolo difficilmente potrà resistere sveglio oltre le dieci di sera e, arrivato il momento del sonno, non è giusto costringerlo ad addormentarsi sulla sedia. È meglio creare una piccola festa alla sua portata, con la classica tombola, la caccia al tesoro in giro per la casa, la gara con semplici indovinelli e il karaokeSe poi il piccolo ha sonno, è meglio organizzarsi rinunciando ai festeggiamenti sfrenati, anche perché, a causa della pandemia devono anche essere limitati. Se il piccolo ha vinto il sonno, allo scoccare della mezzanotte attenzione e botti e petardi. È assolutamente vietato lasciarli maneggiare ai bambini. Se proprio gli adulti non possono fare a meno di questa tradizione, lasciamo che accendano petardi e fuochi d’artificio sulla terrazza e teniamo i bambini in casa, dandogli la possibilità di godersi lo spettacolo dietro il vetro di una finestra.

La prudenza non è mai troppa

I soggetti più sensibili ai botti dovrebbero restare in casa con le finestre chiuse. Comunque l’ideale in questi giorni è preferibile organizzare una bella festa in casa propria, al sicuro. La televisione accesa impostata sul programma di attesa della mezzanotte o lo stereo che trasmette un po’ di musica soft o new age  aiuteranno ad avvertire meno il baccano che c’è fuori. I cani e i gatti, anche abituati a stare fuori, almeno per la notte di Capodanno dovrebbero essere chiusi in casa, o comunque in un locale dal quale non possano fuggire. Attenzione però anche ai danni indoor: come il tappo di spumante, che se colpisce in un occhio può causare cecità, o alle stelle di scintille che decorano i dolci del 31 dicembre, perché possono innescare un incendio se non si presta attenzione. Attenzione ancora ai petardi inesplosi che si trovano il giorno seguente lungo le strade. È importante spiegare il pericolo ai propri figli, vietando categoricamente di raccoglierli e raccomandando invece di segnalare eventuali botti inesplosi per strada, per segnalare l’eventuale pericolo alla polizia locale.

Lina Rossi

Sostieni Guidagenitori.it

Il Covid-19 ha colpito al cuore anche l’economia, tutto si è fermato, pubblicità compresa, l’unica forma di sostentamento per fare e diffondere l’informazione medico-scientifica, obiettivo principale di Guidagenitori.it

I nostri giornalisti, tecnici informatici e tutti gli altri operatori che sorreggono il giornale, continuano a svolgere regolarmente il lavoro per offrire gratuitamente i servizi editoriali, nonostante le difficoltà economiche. Ecco perché il vostro contributo è prezioso.

Registrati o Accedi

Comments are closed.