Facciamo il bilancio
11 Aprile 2002
Il riccio Giuseppe cerca moglie
18 Aprile 2002

L’energia da scoprire

L’ora di scienze diventa ‘interattiva’ grazie al contributo della Fondazione Eni Enrico Mattei

Un sito interamente dedicato a conoscere e studiare l’energia nel più ampio contesto delle risorse naturali. Ecco lo scopo di Energia – Ambiente , spazio web promosso dalla Fondazione Eni Enrico Mattei ad uso e consumo degli istituti scolastici, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca insieme al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio.
Risorse biologiche, risorse energetiche, risorse complesse, acqua, aria e terra sono le macrosezioni, suddivise a loro volta in sottosezioni, a cui si accede dall’homepage dopo una introduzione in flash. Ad ogni sottosezione corrisponde uno schema di navigazione standard, basato sulla possibilità di scegliere, cliccando su una serie di icone, quale fonte di energia studiare più in profondità grazie a ricche schede tematiche.

In primo piano le risorse energetiche
L’area sicuramente più vasta del sito è quella dedicata alle ‘risorse energetiche’, dove si può navigare tra tante fonti diverse d’energia (il gas, il petrolio, il carbone, l’idroelettrica, l’eolica e così via) alla scoperta di tantissimi segreti. Come in tutte le altre sezioni, ogni argomento, è collegato ad una serie di pagine ‘cariche’ di informazioni testuali, multimediali e interattive. Ci sono addirittura filmati in formato elettronico da scaricare e visionare sul pc. Ma anche grafici e tabelle, immagini, e tanti esercizi da fare in classe oppure giochi per mettere alla prova le competenze acquisite navigando.

L’ora di scienze diventa interattiva
Indubbio merito del sito è quello di fornire un ‘serbatoio’ elettronico a cui attingere per rendere più piacevole l’ora di scienze. Senza dubbio, infatti, va considerato lo sforzo organizzativo sostenuto nell’assemblare così tanto materiale di così grande interesse ad uso e consumo di alunni e insegnanti. Il linguaggio è semplice e la grafica intuitiva anche se, talvolta, appesantita dalla presenza di immagini in movimento.

In Rete:
Eni Scuola

 

Antonella Valentini

Registrati o Accedi

Lascia un commento