Foulard, divagazioni sull’uso
11 Maggio 2010
Quel prurito così fastidioso
12 Maggio 2010

La metafisica spiegata ai bambini

Condividi sui social

Al Palazzo delle Esposizioni di Roma, fino all’11 luglio i più giovani potranno vedere le opere di De Chirico con laboratori e visite guidate. Il fine settimana è dedicato alle famiglie.

È in corso a Roma, presso il Palazzo delle Esposizioni in via Nazionale 194, la mostra La Natura secondo de Chirico. Sarà possibile visitarla fino all’11 luglio e, per tutto questo periodo, i Servizi educativi-Laboratorio d’arte del Palaexpo capitolino offriranno percorsi differenziati a seconda dell’età dei visitatori, con l’obiettivo di avvicinare in particolare i più giovani ai linguaggi dell’arte. In linea con avanzate strategie educative, il momento della verifica coincide con l’attività in laboratorio, che ogni fine settimana è rivolto alle famiglie, mentre tutti gli altri giorni sarà a disposizione delle scuole d’infanzia e primarie.

Un viaggio tra visibile e imprevisto
L’attività è organizzata in due momenti. Il primo consiste nella visita della mostra, che favorisce una lettura immediata e originale del prodotto artistico attraverso l’incontro visivo con l’opera stessa, il dialogo e il confronto. Il secondo momento è il laboratorio, che affida un ruolo determinante alla dinamica del fare, alla pratica, per far sperimentare a bambini e ragazzi linguaggi diversi, fornendo loro gli strumenti necessari per osservare il mondo con uno sguardo nuovo. Tutte le domeniche dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18 l’appuntamento è con La natura silenziosa degli oggetti, il laboratorio d’arte dedicato ai ragazzi dai 7 agli 11 anni. Il guanto, il biscotto, la torre, le squadre, i rocchetti di filo sono particolari fissati nei quadri di Giorgio de Chirico, che dipinge le vite silenziose degli oggetti senza movimento e senza rumore, che nascondono in sé il visibile e l’imprevisto, secondo la convinzione dell’artista, principale esponente della pittura metafisica. Le attività del laboratorio appositamente studiate per i giovani visitatori fanno conoscere de Chirico come uomo e artista e raccontano gli aneddoti e le tecniche da lui adottate, attraverso una esemplificazione chiara e completa, alla portata dei più giovani. Tra sogno e mistero i ragazzi sperimenteranno il silenzio che permea le opere enigmatiche e si immergeranno in atmosfere sospese. In laboratorio ci saranno a disposizione oggetti da mettere in scena per osservare le cose di tutti i giorni in modo nuovo, metafisico.

Una sezione tutta per i più piccini
I Servizi educativi-Laboratorio d’arte dell’Azienda Speciale Palaexpo hanno pensato anche ai più piccoli, studiando un percorso adatto per sensibilizzate i bambini all’arte fin dalla tenera età, persino dai 3 ai 6 anni. Il laboratorio dedicato ai bimbi di età prescolare si chiama Giochiamo con… gli oggetti dalla A alla Z. Racconta storie di oggetti misteriosi e parla di lettere nascoste da scoprire, stampare e reinventare per costruire un insolito abbecedario: A come Artista, B come Biscotto, C come Cavallo e via così. Un modo divertente, oltre che istruttivo, per avvicinarsi ai segreti dell’alfabeto. L’appuntamento è ogni sabato dalle ore 16 alle 18 e ogni domenica dalle 11 alle 13. È importante che, vista la giovanissima età, i piccoli ospiti del laboratorio siano accompagnati da almeno un genitore. Così potranno condividere con mamma e papà questo divertente e originalissimo impatto con l’arte.

In Rete:
www.palazzoesposizioni.it

Marina Zenobio

Registrati o Accedi

Lascia un commento