Giornata mondiale dell’acqua 22 marzo 2013

Papa Francesco, il Papa venuto dalla fine del mondo
14 Marzo 2013
E’ indispensabile usare parole volgari nelle trasmissioni radiofoniche?
2 Aprile 2013

Giornata mondiale dell’acqua 22 marzo 2013

Una molecola di ossigeno ed due di idrogeno ed ecco l’acqua: l’inizio della vita. Tutto ha avuto inizio dall’acqua e dal sole, i due elementi essenziali per il mantenimento della vita sia del regno animale che di quello vegetale. Anche San Francesco nel suo cantico delle creature ne ha lodato l’essenza.

L’acqua è il nostro bene più prezioso e troppo spesso viene disatteso. Infatti, sono ancora tantissime le popolazioni che non hanno accesso all’acqua potabile e per poterne avere un quantitativo tale da bere per 4 o 5 giorni debbono attraversare territori impervi e pericolosi anche per chilometri. In altre parti del mondo, come qui da noi, ne abbiamo in abbondanza nei rubinetti di casa senza renderci conto della grandissima fortuna che ci viene riservata. Proviamo ad immedesimarci in coloro che non ne hanno ed impariamo a risparmiarla, alcune piccole regole potrebbero consentirci di dire a noi stessi:

Io, insieme alla mia famiglia, contribuisco a risparmiare l’acqua, il nostro bene più prezioso.

•Un rubinetto che gocciola può essere non soltanto un noioso fastidio, ma una perdita di acqua preziosa, tanto più se la perdita proviene dal rubinetto dell’acqua calda.
•Usare sempre la giusta quantità di acqua per preparare il cibo, per la cottura della pasta la quantità giusta di acqua è di un litro ogni 100 grammi di pasta.
•Per preparare una tazza di te o di camomilla riempire il bollitore di acqua usando come misura la tazza stessa.
•Quando si lavano i denti, prendere la buona abitudine di chiudere il rubinetto dell’acqua durante la spazzolata ed usare un bicchiere per prendere la giusta quantità di acqua per il risciacquo finale.
•Oggi esistono degli sciacquoni a doppia funzione per i water: per gli atti piccoli 3 litri di acqua e per gli atti grandi 6 litri. L’installazione del doppio comando fa risparmiare ben tre litri di acqua ogni qualvolta sia sufficiente poca acqua.
•E’ preferibile fare la doccia anzichè il bagno e, inoltre, se quando ci si insapona si tiene l’acqua chiusa, il risparmio di acqua e dell’energia per riscaldarla è garantito.

L’acqua è anche una fonte energetica con numerosi vantaggi che l’uomo conosce. Per questo la utilizza da oltre 4.000 anni. Essa, infatti, è una fonte relativamente abbondante, più o meno gratuita, rinnovabile e sicuramente pulita. Fino a una quarantina di anni fa, l’energia idroelettrica era la prima risorsa in Italia, soprattutto nell’arco alpino dove la costruzione di dighe e quindi di laghi artificiali sembrava essere la soluzione migliore per produrre energia elettrica. L’acqua, lasciata cadere da varie altezze sulle turbine sottostanti, fa muovere dei meccanismi propri delle turbine che a loro volta trasformano il movimento delle pale in energia elettrica.

Registrati o Accedi

3 Comments

  1. gioandi ha detto:

    Viva l’acqua, senza acqua non c’è vita 🙂

  2. rosalba ha detto:

    basta pensare che il nostro corpo è composto per l’80% di acqua :-))

  3. Simona ha detto:

    Effettivamente ogni giorno consumiamo enormi quantità di acqua inutilmente… Come quando lasciamo il rubinetto aperto mentre insaponiamo i piatti!