sandwich
Il nostro menù del giorno 29_11_2021
29 Novembre 2021
frullato
Il nostro menù del giorno 30_11_2021
30 Novembre 2021

Hanukkah, la festa delle luci

hanukka

È bello conoscere le tradizioni e il folklore delle altre culture religiose: apre la mente e fa capire che non ci sono poi tante differenze quando si parla di fede, di famiglia, di amore per il proprio passato. Così, se i Cristiani celebrano la nascita di Gesù, gli Ebrei ricordano Hanukkah, la festa delle luci o del candelabro. È una ricorrenza suggestiva e celebrata non solo in Israele, ma anche a New York, alla quale partecipano persone di tutte le fedi religiose. Anche in Italia, a Roma e Milano, si festeggia questa ricorrenza invernale.

Le origini di Hanukkah

Hanukkah viene celebrata all’inizio del periodo invernale, a cavallo tra i mesi di novembre e dicembre. Si racconta che Hanukkah, la festa delle luci risalga a oltre 2.300 anni fa. In quel periodo il territorio di Israele era dominato da stranieri di origine greca, che imponevano agli abitanti la religione politeistica e pretendevano che non venerassero l’unico Dio. Molti governanti accettarono questa situazione, ma non Giuda Maccabeo, lui non si arrese. Organizzò un esercito e riuscì a respingere i dominatori stranieri al di fuori dei confini. A questo punto era necessario purificare il tempio di Gerusalemme, che per molti anni aveva visto le celebrazioni dei culti pagani. Per la purificazione occorreva accendere molte lampade ma si trovò solo una piccola ampolla, appena sufficiente per qualche ora. E fu così che avvenne il miracolo: quel poco olio fece ardere le lampade per ben otto giorni. Ecco perché Hanukkah è la festa delle luci: il nome stesso significa – dedica – perché si ricorda la dedica del tempio. Le celebrazioni durano otto giorni, come è anche ricordato con il candelabro a otto bracci, la Menorah. Ancora oggi, durante i giorni di festa, il candelabro viene posto sul davanzale della finestra in modo che sia visto da tutti, anche all’esterno delle abitazioni.

A tavola ad Hanukkah

Hanukkah, la festa delle luci, quest’anno si festeggia dalla sera del 28 novembre alla sera del 6 dicembre. Il popolo ebraico si riunisce ed il rabbino tiene un discorso celebrativo, al quale seguono poi balli tipici e festeggiamenti vari. Hanukkah è anche un goloso momento di condivisione a tavola, sulla quale figurano varie specialità che si possono anche assaggiare con la famiglia nei numerosi ristoranti kosher presenti in città come Roma, Milano, Firenze e altre. Non possono mancare gli Atkes fritti, con farina di matzah, patate e cipolle e accompagnati da panna acida e purea di mele. O i blintzes, crepe al formaggio fresco, o i sufganiot, frittelle dolci simili ai nostri bomboloni. Queste ultime sono fritte nell’olio proprio per ricordare l’olio sacro che tenne accese le lampade nel tempio. Una zuppa tipica è la matzoh, brodo di pollo o di verdure con gnocchi di farina di pane azzimo. E poi ci sono il brisket, punta di petto di manzo rosolata con olio, cipolle, sedano e carote e poi cotta lentamente in un sugo di pomodoro, zucchero, paprika, vino rosso e aceto- Delizioso lo sformato kugel al forno con patate, cipolle, farina, burro, tuorli e albumi montati a neve.

Giorgia Andretti

Sostieni Guidagenitori.it

Il Covid-19 ha colpito al cuore anche l’economia, tutto si è fermato, pubblicità compresa, l’unica forma di sostentamento per fare e diffondere l’informazione medico-scientifica, obiettivo principale di Guidagenitori.it

I nostri giornalisti, tecnici informatici e tutti gli altri operatori che sorreggono il giornale, continuano a svolgere regolarmente il lavoro per offrire gratuitamente i servizi editoriali, nonostante le difficoltà economiche. Ecco perché il vostro contributo è prezioso.

Registrati o Accedi

Comments are closed.