Le scarpine giuste per i più piccoli quando fa caldo

Il nostro menù del giorno 11_06_2021
11 Giugno 2021
muffin alla banana
Il nostro menù del giorno 14_06_2021
14 Giugno 2021

Le scarpine giuste per i più piccoli quando fa caldo

le scarpe estive per i più piccoli

I piedi rivestono un ruolo essenziale nello sviluppo psicofisico dell’intero organismo, e va ben oltre il semplice sostegno della posizione eretta. Nei primi mesi di vita tutti e quattro gli arti sono gli organi sensoriali privilegiati, le loro superfici raccolgono le stimolazioni tattili. I bambini giocano indifferentemente con le mani e con i piedi, anche se questi ultimi vengono più utilizzati per toccare o colpire i giochi appesi alla balaustra del lettino. Con il passare dei mesi, alla funzione puramente sensoriale dei piedi si unisce quella, fondamentale, dell’equilibrio e dello sviluppo motorio, dapprima con il gattonamento ed in seguito con la posizione eretta.

I piedini al caldo dell’estate

Il bambino è capace di stare nella posizione eretta, da questo momento la pianta del piede inizia il suo lavoro di apprendimento selettivo: gradatamente il piccolo imparerà a riconoscere le irregolarità del terreno, inviando al sistema nervoso importanti messaggi di conoscenza. Per questa ragione è bene approfittare del caldo estivo per lasciare, appena possibile, il bambino camminare a piedi nudi,  attraverso la sensibilità della pianta, il piccolo riceve stimoli sensoriali importanti. In casa i piedini possono essere nudi, cosi come sulla sabbia in spiaggia. Sui prati è preferibile stendere un telo, per evitare possibili punture di insetti o residui vetrosi. Quando però il bambino cammina per strada o ha occasioni di muovere qualche passo senza il passeggino, ecco che è il momento di fargli indossare un paio di scarpe estive o dei sandali. La calzatura deve regalare al bambino lo stesso confort provato a piedi nudi: i piedini debbono respirare e sentirsi liberi, così da far vivere al piccolo le giuste stimolazioni plantari sollecitate dall’esercizio dei primi passi. Al tempo stesso, il sandalo o la scarpa estiva devono avere una suola contenitiva, adattandosi al veloce sviluppo del piede e alla sua conformazione.

I materiali vedono essere scelti con cura

La suola della calzatura estiva deve essere morbida e flessibile, così da lasciare il piede in libertà quasi quanto lo è da scalzo e deve essere leggera per non impedire i movimenti o affaticare l’articolazione della caviglia in crescita. Se si scelgono i sandali, suggeriamo una allacciatura alla caviglia, più sicura e stabile in modo che la scarpa non si sfili facendo inciampare il bambino. Inoltre, sarebbe meglio se la parte anteriore, in corrispondenza delle dita, fosse chiusa per proteggerle in caso di inciampo. Se invece si sceglie una calzatura chiusa, più adatta alla città o alla montagna, è bene scegliere un materiale traspirante per permettere ai piedi di restare freschi, favorendo inoltre, l’evaporazione del sudore. Questo, ristagnando, predispone a fastidiose irritazioni della pelle delicata. In questo tipo di calzatura è sempre bene far indossare al piccolo un paio di calzini in cotone, così da evitare l’attrito tra la cute e la calzatura.

Lina Rossi


Sostieni Guidagenitori.it

Il Covid-19 ha colpito al cuore anche l’economia, tutto si è fermato, pubblicità compresa, l’unica forma di sostentamento per fare e diffondere l’informazione medico-scientifica, obiettivo principale di Guidagenitori.it

I nostri giornalisti, tecnici informatici e tutti gli altri operatori che sorreggono il giornale, continuano a svolgere regolarmente il lavoro per offrire gratuitamente i servizi editoriali, nonostante le difficoltà economiche. Ecco perché il vostro contributo è prezioso.

Registrati o Accedi

Comments are closed.