prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Niente stress dopo il parto

giugno 30, 2008 12:00 pm

Donne che scrivono per le donne: consigli e segreti per gestire le emozioni e le fatiche della maternità La maternità è un evento coinvolgente, carico di emozioni e di fatica fisica e psicologica. Fin dal momento del concepimento la futura mamma si sente sempre più proiettata in un’altra dimensione: la vita condotta fino ad allora…

Donne che scrivono per le donne: consigli e segreti per gestire le emozioni e le fatiche della maternità

La maternità è un evento coinvolgente, carico di emozioni e di fatica fisica e psicologica. Fin dal momento del concepimento la futura mamma si sente sempre più proiettata in un’altra dimensione: la vita condotta fino ad allora deve lasciare spazio ad un “nuovo” che se da una parte affascina, dall’altra riempie di timori. Intorno al lieto evento si materializzano paure di non farcela, senso di inadeguatezza, confronti per modelli impossibili, timori per la perdita dei propri spazi. Proviamo invece a leggere in positivo questi cambiamenti attraverso l’ausilio di alcuni testi in cui trovare qualche utile consiglio per affrontare in modo più sereno possibile la delicata fase post-parto e, di conseguenza, la crescita del neonato.

Iniziamo con uno straordinario libro firmato da Ibu Robin Lim, Dopo la nascita del bambino. I primi giorni sono i più importanti: stare in buona salute dopo il parto (e per tutta la vita) (363 p. illustrate, € 25.00) che la casa editrice Apogeo propone nell’ottima traduzione di Francesca Speciani. Ibu Robin Lim vive a Bali, da molti anni lavora come ostetrica e, unendo i saperi femminili tradizionali alle acquisizioni che le vengono dal suo ampio curriculum scolastico e professionale, scrive libri dedicati al parto e alla maternità. Nel 1994 ha fondato l’associazione no profit Yayasan Bumi Sehat che ha costruito una clinica-consultorio non lontano dalla città di Ubud a Bali. Dopo lo tsunamy del 2004 si è recata nell’isola di Sumatra dove ha iniziato una straordinaria opera di ostetrica d’emergenza. Questo libro della Lim si incentra sul periodo immediatamente successivo alla nascita del bambino, con una speciale e delicata attenzione ai primi giorni e alle prime settimane, ma con uno sguardo poco più avanti nel tempo, dato che è con il puerperio che si apre la grande fase della maturità femminile: “la gravidanza dura nove mesi ma il post partum tutta la vita”, scrive scherzando Lim. Il puerperio che comincia con la nascita del bambino è un po’ come un ponte tra due mondi, il cui corpo e lo spirito sono completamente aperti. Quando si dà alla luce il primo figlio si rimane stupefatte dalla potenza di questo legame. Per molte donne il parto è l’evento più significativo della vita cui spesso però arrivano impreparate, prive come sono di modelli comunitari e familiari una volta tipici delle società del passato. Né possono fare particolare affidamento su una specifica e competente assistenza da parte del settore pubblico dello stato moderno. Non ci si meraviglia della crescita statistica delle depressioni post-partum, dei casi di rifiuto psicologico o fisico dei neonati da parte delle madri, delle crisi tra la donna e il suo partner che arrivano a conclusione (con una separazione o con un divorzio) generalmente un anno dopo la nascita di un figlio, condizioni che si creano e affondano le radici nel periodo immediatamente seguente la nascita del piccolo, come effetto di un’elaborazione e una maturazione incompleta, di una depressione mai veramente superata.

Per affrontare con serenità e ottimismo la delicata fase del post-parto e farne occasione di crescita personale, è necessario poter riflettere sulle caratteristiche e la portata dei cambiamenti che ogni neomadre deve sostenere. E’ questo l’obiettivo che si propone il volume firmato dalla psicologa Jolanda Stevani Mamme e poi? Ritrovare se stesse dopo il parto (Giunti Demetra, pp.192, € 9,50); rivolto soprattutto a chi diventa mamma per la prima volta. Perché acquisire una maggiore consapevolezza su quali siano le tappe di quel sorprendente viaggio che è la maternità, consentirà alla neomamma di sentirsi più fiduciosa e sicura di sé nella gestione dei suoi compiti. Diventare madri non significa esclusivamente assumersi le responsabilità e la cura di una creatura che per vivere dipende totalmente dalla sua mamma. Il passaggio alla maternità comporta tutta una serie di cambiamenti, fisici e psicologici, che fanno di questo momento un vero e proprio giro di boa nella vita di ogni neomamma. La donna alle prese con il suo primo bambino si trova a dover rimettere in gioco la sua personalità e i suoi modi di essere, la sua identità subisce una profonda trasformazione; si modifica la relazione con la famiglia di origine e il legame con il partner deve essere rinegoziato. Tutto ciò richiede un considerevole lavoro sul piano psicologico mentre, allo stesso tempo, la neomamma, assorbita a trecentosessanta gradi dalla cura del neonato, deve anche trovare un equilibrio tra le sue esigenze personali e i bisogni del bebè. Non è sempre facile, ma sicuramente possibile.

Tra le tante paure più diffuse del post-parto, c’è quella di non essere delle mamme capaci ed attente al benessere del figlio. Parecchie donne temono di non essere in grado di ascoltare le richieste e le necessità dei loro bambini al punto che dubbi, paure e perplessità sembrano accomunare un numero sempre più consistente di neo-mamme. Come fare per liberarsi dalla “sindrome della cattiva madre”? Prova a rispondere Susannah Mac nella sua opera prima pubblicata da Morellini editore (Collana femminile Pink Generation) intitolata Mamma senza stress. Manuale antipanico per mamme imperfette (pp.143, € 9,80), fornendo alle donne i giusti suggerimenti per superare le loro angosce. Molto spesso le paure che attanagliano le giovani mamme sono ingiustificate. Non è sempre rilevante sapere se lo sviluppo dei bambini rispetti delle regole chiare e precise, né seguire, passo dopo passo, tutte le tappe della loro formazione. Secondo la Mac spesso le neo-mamme si lasciano condizionare da particolari poco significativi e l’inesperienza conduce poi a commettere errori banali e di facile soluzione. Questo manuale può aiutare a razionalizzare l’ansia di rendimento della neomamma a partire da una semplice constatazione: il genitore perfetto non esiste, per crescere un bambino bastano naturalezza, buon senso e qualche avvertenza. Come i tanti piccoli consigli sparsi per il libro, dalle ricette per lo svezzamento alle considerazioni sulla vita sessuale post-parto, fino a come tenere a bada suocere, mamme, sorelle, cognate o amiche tutte a pronte a prodigarsi in consigli o ammonimenti, a volte anche utilizzando toni terroristici.

In Rete
Acquista Mamme e poi? su InternetBookShop

Acquista Mamma senza stress su InternetBookShop

Marina Zenobio

- -


ARTICOLI CORRELATI