prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Coronavirus o COVID-19 come neutralizzarlo

4 Marzo, 2020 1:00 pm

Se queste poche e corrette informazioni, che di seguito potete leggere, fossero state reperibili appena individuato il virus, tutto sarebbe stato più facile al fine di gestire la prevenzione

Vediamo prima di tutto qual è la sintomatologia provocata dal coronavirus e quando dobbiamo preoccuparci:

  1. 1.Tosse secca e asciutta. Niente catarro o raffreddore con muco colante;
  2. 2.Gola infiammata e sensazione di gola secca: questo sintomo può durare per tre o quattro giorni;
  3. 3.Il virus scende nella trachea e si installa nel polmone, dando così l’avvio alla polmonite. Questo lasso di tempo richiede circa cinque o sei giorni, questo perché il virus è veicolato dalle goccioline di umidità proprie delle vie aeree;
  4. 4.La polmonite diventa conclamata quando è associata a febbre alta e difficoltà di respiro, la sensazione è simile a quella di annegare, il raffreddore non è un sintomo.

Conosciamo le proprietà vitali del coronavirus

  1. 1. Il virus non resiste al calore eccessivo, non sappiamo ancora bene a quale temperatura sia sensibile ma, considerato che staziona per qualche giorno in gola, al solo scopo preventivo, beviamo spesso liquidi caldi durante la giornata; ;
  2. 2. Esporsi al sole e al suo calore è un buon metodo per fortificare il nostro sistema immunitario ;
  3. 3. Il coronavirus è tra i più grandi virus, 400-500 nanometri circa, ogni tipo di mascherina può fermarlo, le mascherine speciali e tutte le attrezzature specifiche sono necessarie solo ai sanitari che assistono i contagiati perché devono convivere con una altissima carica virale nell’aria e a distanza fortemente ravvicinata ;
  4. 4. La distanza di sicurezza per non ricevere il contagio da qualsiasi forma batterica o virale quando si starnutisce è di circa tre metri per effetto della forza di espulsione. È buona norma quindi starnutire entro il gomito così da non diffondere germi in giro, ma questa è una prassi normale da adottare sempre, la distanza corretta tra persone al fine di evitare il contagio è di un metro circa ;
  5. 5. Sulle superfici metalliche il virus sopravvive per circa dodici ore per questo è buona norma, quando si toccano superfici come: maniglie, sostegni su autobus o manopole metalliche varie, di lavare bene le mani e disinfettatele con cura dopo averle asciugate ;
  6. 6. Sui tessuti e quindi: vestiti e cappotti, il virus può sopravvivere per circa sei – dodici ore. In questo caso il virus è debellato dal normale detersivo e acqua calda. Per tutti gli indumenti che non possono essere lavati ogni giorno potrebbe essere utile passare i capi al forno a microonde alla massima potenza per trenta secondi, la temperatura raggiunta ha effetto sterilizzatore a secco; unica limitazione non inserire capi con oggetti metallici.

Come evitare il contagio del coronavirus

  1. 1.Il contagio avviene per via diretta, ovvero toccare un materiale infetto e subito dopo portare le mani alla bocca, al naso oppure agli occhi, prima di toccare il viso lavarle bene con acqua calda e sapone. Il virus sopravvive sulle mani per circa dieci minuti, ed è in quei dieci minuti che non bisogna resistere al toccarsi il viso:
  2. 2.Disinfettare scrivania, tastiera e mouse del computer del lavoro e di casa se non si è il solo utilizzatore dei device.

Dopo aver fatto la conoscenza con la vitalità specifica del coronavirus possiamo tornare nel mondo e vivere la vita, tenendo presente che la prevenzione e l’osservazione delle norme igieniche è finalizzata al nostro benessere e quello degli altri.

Dott. Rosalba Trabalzini

Responsabile scientifico GuidaGenitori.it

- -


ARTICOLI CORRELATI