prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Auguri a tutte le mamme del mondo

maggio 8, 2019 1:00 pm

Quest’anno la festa della mamma cade il 12 maggio: andiamo a curiosare se si celebra solo da noi oppure se anche in altre parti del mondo la mamma ha il suo giorno speciale

Dalle nostre parti siamo abituati a identificare la festa della mamma con scatole di cioccolatini, cuscini a forma di cuore, mazzi di fiori… Qualcosa di molto romantico e affettuoso, insomma. In realtà, la festa della mamma ha origini molto antiche ed è celebrata da millenni in tutto il mondo, nascendo da ancestrali festività legate alla fertilità, alla vita, alla rinascita della natura dopo i mesi invernali.

 

Già dalla storia antica si celebravano le mamme

Ben prima che le religioni monoteiste imponessero un tipo di culto a un Dio maschile, agli albori della storia la divinità più importante era una donna, la Grande Madre appunto: sicuramente in qualche museo archeologico oppure sui libri di storia avrete visto immagini di donne con forme abbondanti, simbolo della terra materna che dà la vita e nutre. Da lì si passò al culto delle dee madri, per esempio Maia protettrice degli animali e della natura, che diede poi il nome al mese di maggio. Nelle religioni politeiste in primavera onoravano le divinità femminili della terra e della fertilità. Nell’antica Grecia si festeggiava la dea Rea, la madre di tutti gli dei, nell’antica Roma un’intera settimana era dedicata a Cibele, dea della natura e madre degli dei immortali. Maggio è sempre stato il mese dedicato alla Madonna, la mamma per eccellenza nella cultura cristiana ed è anche il mese in cui fioriscono le rose, simbolo della femminilità. In Italia la festa della mamma fu celebrata la prima volta nel 1957 ad Assisi, ma in altri paesi occidentali la celebrazione è più antica. In Inghilterra durante la Quaresima si festeggiava il – Mothering Sunday – ed era l’unica occasione per i bambini che, in epoca vittoriana, lavoravano nelle fabbriche, per tornare a casa. Un giorno speciale, insomma, già allora.

 

Nelle culture di tutto il mondo

Anche in paesi molto lontani da noi e diversi per cultura, si celebra la festa della mamma: segno che l’affetto per la figura più dolce è universale, ovunque ci si trovi. In Egitto, si svolgeva una celebrazione simile alla festa della mamma che richiamava a culti antichi di millenni: il giorno della festa era infatti quello dedicato alla dea Iside, la Dea Madre della religione egizia. Dal 1956 anche in Egitto venne istituita la festa con il significato moderno, il 21 marzo, ossia il primo giorno di primavera. In Etiopia,  si festeggia la seconda domenica di maggio come in Italia, ma per tre giorni si svolgono festeggiamenti con banchetti, danze e canti. La festa da quelle parti ha una valenza particolare perché celebra la fine della stagione della pioggia e quindi associa la figura della mamma al concetto di fertilità. In Giappone la festa della mamma si celebra la seconda domenica di maggio, come da noi e in questa occasione alle mamme si regala un garofano rosso. In Thailandia la festa dedicata alle mamme si celebra sempre nel giorno del compleanno della sovrana madre: attualmente quindi cade il 12 agosto, data del compleanno della regina Sirikit, madre di re Vajiralongkorn. Nel giorno della festa, l’intero paese è colorato da parate, decorazioni e spettacoli di ogni sorta. Beh, adesso abbiamo parlato delle tradizioni di festa della mamma nel mondo: perché non prendere spunto per una giornata speciale per la mamma di casa? Tipo una intera giornata di musica in casa, con palloncini colorati e qualche prelibatezza scelta tra le idee culinaria proposte da Zia Vittoria ma preparate dal papà e dai bambini, per regalare alla mamma soprattutto un po’ di relax!

 

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI