prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Prova costume, appuntamento con lo specchio

Luglio 12, 2018 10:00 am

Mancano poche settimane o solo giorni alla partenza per le sospirate ferie. Molti arrivano in ritardo all’appuntamento con lo specchio con il rischio di andare in crisi per la linea poco tonica

Lo chiamano bikini blues, è quella forma di tristezza e di cattivo umore che colpisce soprattutto gli adulti, quando devono scoprire il corpo per esibirlo in spiaggia. È allora che vengono alla luce tutte le conseguenze di mesi passati tra assenza di attività fisica e alimentazione inadeguata.  Le neomamme, poi, entrano in crisi ancora di più soprattutto se la linea non è tornata ad essere quella del pre-gravidanza. È sbagliato obbligarsi a diete restrittive o andare a correre se non si è abituati: meglio cambiare le abitudini e migliorare l’alimentazione, l’importante è non abbattersi.

 

Mangiare bene per perdere peso

La base dell’alimentazione deve essere la verdura, ricca di fibre e con pochissime calorie e frutta, che facilita il transito intestinale. Il kiwi, ricco di vitamina C e di acqua, aiuta a combattere la ritenzione idrica. Quando è maturo al punto giusto, è efficace contro la stipsi, soprattutto se lo si consuma a colazione o lontano dai pasti. Le prugne, fresche o secche, saziano ed esercitano un’azione lassativa tutta naturale. L’uva è ricca di vitamine e di sali minerali. Inoltre, oltre ad essere lassativa e diuretica, mantiene in buona salute le arterie. Tuttavia è molto ricca di zuccheri, quindi chi è in sovrappeso deve consumarla solo in piccole quantità. Sì alle carni bianche, come pollo, tacchino, coniglio e filetto di maiale, sono più magre e contengono meno colesterolo delle carni rosse. Il pesce, soprattutto quello azzurro, è ricco di fosforo, di calcio e di omega 3 e 6, grassi che rendono il sangue più fluido. Tra i condimenti, meglio preferire quelli vegetali come l’olio di oliva extravergine ma vanno bene anche quelli di semi di mais e di girasole. Tra le cotture è bene evitare le fritture dando la preferenza alla cottura al vapore o al forno aggiungendo l’olio solo a fine cottura. Pasta, riso e cereali integrali, ricchi di fibre e amidi, saziano e possono controllare l’assorbimento di grassi, aiutando l’intestino pigro. È bene però non superare la quantità di 50 grammi al giorno. Per un giusto apporto di calcio, scegliere formaggi freschi come mozzarella o ricotta magra, oppure piccole quantità di parmigiano, ricco di proteine. Mai più di due volte alla settimana. Ok a latte e yogurt, ma solo nella versione parzialmente scremato.

 

Le buone abitudini che fanno perdere peso

E’ necessario masticare molto lentamente se l’obiettivo è dimagrire, ogni pasto deve durare almeno una ventina di minuti. Anche se il lavoro lascia poco tempo, è importante cercare di rispettare sempre l’ordine dei pasti prescritto nella dieta: è sbagliato pensare che saltando il pranzo si dimagrirà di più. L’unico effetto è quello di giungere molto affamate alla cena. Quando il grasso si accompagna alla  cellulite  è bene ricordarsi di salare pochissimo: il sale favorisce la ritenzione idrica e il gonfiore, quindi la cellulite. Quando si esce di casa, è bene portare sempre una bottiglietta di acqua: calma la fame e riempie lo stomaco a zero calorie. Quando si inizia la dieta il peso va controllato una volta a settimana. Si può approfittare del bel tempo per fare almeno 40 minuti di attività fisica ogni giorno: nuoto, bicicletta, anche semplici passeggiate. E se, al termine del programma dietetico, non ci sono risultati apprezzabili? È  utile fare un bell’esame di coscienza: qualche piccolo ma significativo peccato di gola verrà sicuramente fuori. Non bisogna scoraggiarsi e mantenere fede agli impegni presi con se stessi.

 

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI