prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Vaccini e scuola: lo stato dell’arte con la crisi di governo

agosto 27, 2019 10:00 am

In mancanza di ulteriori indicazioni da parte del governo che al momento è in crisi, restano valide le indicazioni fornite nei mesi precedenti. Ecco le regole per l’anno scolastico 2019-2020

Come spesso succede nel nostro paese, quando il Governo entra in crisi ci vorrà tempo per sapere quali saranno i nuovi ministri. La sanità è strettamente legata alle figure politiche, ma al momento non ci sono novità per quanto riguarda l’obbligo vaccinale, si riconferma quindi identico a quello già stabilito e tutt’ora in vigore. Ricordiamo che, dall’anno scolastico e dal calendario annuale 2019/2020, restano in vigore in Italia le misure di semplificazione per gli adempimenti vaccinali ai fini dell’iscrizione scolastica presenti nell’articolo 3-bis del decreto legge 7 giugno 2017 n. 73. Alle famiglie non è più richiesto di presentare, all’atto dell’iscrizione, la documentazione sulle vaccinazioni. Sono le Asl che trasmettono direttamente alle Scuole le informazioni contenute nelle anagrafi vaccinali informatizzate ormai attive.

 

Vaccini da ricevere entro il terzo mese

  • Vaccino esavalente – DTPa/IPV/Ep B/Hib: 1ª dose contro difterite, tetano, pertosse, polio, epatite B ed infezioni da Haemophilus influenzae tipo b
  • Vaccino pneumococcico coniugato – PCV : 1ª dose contro le infezioni causate dal batterio Streptococcus pneumoniae
  • Vaccino contro il meningococco B – MenB: 1ª dose (a distanza di 15 giorni dalla somministrazione dell’esavalente e del vaccino pneumococcico coniugato), contro le infezioni causate dal batterio Neisseria meningitidis
  • Vaccino contro il rotavirus: 1ª dose contro le infezioni da rotavirus

 

Dal quarto mese si effettuano

  • Vaccino contro il rotavirus (Rotavirus): 2ª dose contro le infezioni da rotavirus
  • Vaccino contro il meningococco B (MenB): 2ª dose (a distanza di 1 mese dalla 1ª dose) contro le infezioni causate dal batterio Neisseria meningitidis

 

Dal quinto mese si effettuano:

  • Vaccino esavalente (DTPa/IPV/Ep B/Hib): 2ª dose contro difterite, tetano, pertosse, polio, epatite B ed infezioni da Haemophilus influenzae tipo b
  • Vaccino pneumococcico coniugato (PCV): 2ª dose contro le infezioni causate dal batterio Streptococcus pneumoniae

 

Dal sesto mese si effettua

  • Vaccino contro il meningococco B (MenB): 3ª dose (a distanza di 1 mese dalla 2ª dose) contro le infezioni causate dal batterio Neisseria meningitidis

 

Dall’undicesimo mese si effettuano

  • Vaccino esavalente – DTPa/IPV/Ep B/Hib: 3ª dose contro difterite, tetano, pertosse, polio, epatite B ed infezioni da Haemophilus influenzae tipo b
  • Vaccino pneumococcico coniugato (PCV): 3ª dose contro le infezioni causate dal batterio Streptococcus pneumoniae

 

 

A tredici – quindici  mesi

  • Vaccino tetravalente (MPRV o MPR+V): 1ª dose contro il morbillo, la parotite, la rosolia, e la varicella
  • Vaccino contro il meningococco C coniugato – MenC contro le infezioni causate dal batterio Neisseria meningitidis
  • Vaccino contro il meningococco B – MenB: 4ª dose contro le infezioni causate dal batterio Neisseria meningitidis

 

Nell’anno in cui il bambino compie i sei anni si effettuano

  • Vaccino tetravalente – MPRV o MPR+V: 2ª dose contro il morbillo, la parotite, la rosolia, e la varicella
  • Vaccino DTPa+IPV: 4ª dose contro la difterite, il tetano, la pertosse e la polio

 

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI