prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Tutte le malattie delle unghie di mani e piedi

luglio 16, 2018 10:00 am

Le unghie di un bambino possono essere colpite da una varietà di disturbi dermatologici. I sintomi sono: decolorazione, la crescita o perdita della lamina

Tra gli altri sintomi troviamo: la rugosità e altri cambiamenti strutturali dell’unghia. La patologia più ricorrente è generata da funghi, mentre il dolore e le vesciche spesso indicano una eziologia batterica o virale. Vedremo ora di capire quali sono le malattie e quali i sintomi e rimedi ma soprattutto educare alla buona salute delle unghie, ma prima facciamo un rapido excursus a proposito della struttura delle unghie.

 

Struttura fisiologia delle unghie

L’unghia è composta da cheratina, pochissima acqua e una quantità ancora minore di lipidi Le cellule che la compongono sono trasparenti e fortemente adese l’una all’altra. Le cellule epiteliali dalla matrice germinativa, la lunula, vengono spinte in avanti per formare la parte superiore della lamina ungueale, la parte esterna dell’unghia. Il letto ungueale comprende un sottile strato di cellule che producono le cheratine che si interfacciano con la lamina ungueale e sotto il letto ungueale avviene il rifornimento di sangue all’unghia attraverso la rete di capillari. Le pieghe delle unghie aiutano a mantenerne la direzione della crescita.

 

Dattilite distale vescica

Sintomi – la dattilite distale  si riferisce specificamente a un’infezione periungueale, il più delle volte causata da streptococchi emolitici di gruppo A. lo Staphylococcus aureuscan causa vesciche dattilitiche distali, specialmente nei bambini con dermatite atopica. Questa malattia è caratterizzata da una singola bolla purulenta vicino alle unghie laterali. La terapia della Dattilite distale vescica risponde meglio a incisione e drenaggio, seguita da impacchi caldi e un ciclo di antibiotici orali. Le complicanze della malattia non trattata possono provocare una distrofia permanente delle unghie.

 

Il patereccio erpetico

Sintomi –  è una dolorosa infezione cutanea che si presenta come una vescica periungueale con l’aspetto di piccole vescicole vicinissime. Queste vescicole possono diventare torbide e opache con il tempo. Di solito colpisce la falange distale delle dita vicino alle unghie; la malattia interesserà occasionalmente le dita dei piedi. L’infezione causa dolore, edema ed eritema. Il patereccio erpetico è causato dal virus dell’herpes simplex – HSV di tipo 1 o 2. Nei bambini, è il più delle volte causato dall’auto inoculazione di HSV-1 da vesciche periorali. Pertanto, l’esposizione nota o una patologia concomitante con HSV può essere di ausilio nella diagnosi accelerata delle malattia. La diagnosi può anche essere effettuata mediante reazione a catena della polimerasi o coltura virale.

La terapia prevede impacchi, antibiotici topici per prevenire l’infezione batterica secondaria. Gli antinfiammatori possono alleviare il dolore associato alle vesciche. L’aciclovir orale può abbreviare il corso dell’eruzione.

 

La melanonichia

Sintomi – presenza di bande pigmentate marrone chiaro o marrone lungo la lunghezza del letto ungueale. Si verifica più spesso in individui dalla pelle scura e colpisce le ragazze più spesso dei ragazzi. Queste lesioni di solito rappresentano i nevi della matrice dell’unghia. La melanonichia è il risultato della deposizione di melanina nella lamina ungueale. Questo accumulo può essere dovuto ad attivazione dei melanociti, iperplasia dei melanociti benigni o melanoma. Nei bambini, la maggior parte delle bande sono causate da iperplasia melanocitica. Tuttavia, è necessario in attento esame fisico e una biopsia della lesione per escludere il melanoma. Se la pigmentazione anomala è stata indotta da farmaci, le lesioni sono spesso reversibili con la sospensione del farmaco. Tuttavia, l’escissione chirurgica della lesione è l’unica cura definitiva.

 

L’onicomicosi

Sintomi –  Infezione fungina dell’unghia, colpisce più spesso le unghie dei piedi. La matrice infettata di solito ha un aspetto spesso e giallo e può diventare fragile. Quando è causata da dermatofiti, l’infezione si chiama tinea unguium. Sembra esserci un’aumentata incidenza nei bambini con sindrome di Down o HIV. Le principali tecniche di diagnosi delle infezioni fungine delle unghie includono striscio di idrossido di potassio, coltura dell’area interessata o istologia delle raschiature delle unghie.

Il trattamento di queste infezioni fungine è difficile perché l’infezione è incorporata nell’unghia e la crescita dell’unghia del piede è piuttosto lenta, circa 0,3 mm alla settimana. Pertanto, la cura clinica può richiedere un anno o più. La maggior parte dei trattamenti sono farmaci antifungini sistemici come terbinafina  e griseofulvin in accordo con i trattamenti topici come lacche per unghie che contengono ciclopirox o amorolfina. Il modo migliore per prevenire le infezioni fungine è mantenere l’area asciutta e non camminare con i piedi nudi. I bambini dovrebbero essere incoraggiati ad asciugare la pelle intorno alle unghie dopo il bagno e se hanno una sudorazione abbondante, dovrebbero inoltre cambiare i loro calzini quando si bagnano.

 

Verruche  periungueali

Sintomi – Situate nelle scanalature longitudinali delle pieghe prossimali delle unghie, le verruche periungueali  sono spesso fonte di imbarazzo, deformità e dolore. Quando si trovano nelle pieghe delle unghie laterali, possono causare ragadi e disagio. Spesso causate da HPV 1, 2 o 4, le verruche periungueali vengono diagnosticate tramite l’aspetto clinico. Queste lesioni verrucose sono caratterizzate da una pelle ispessita simile a un cavolfiore. Ci sono una serie di trattamenti per le verruche periungueali che includono nastro adesivo, immunomodulatori come imiquimod o crema di 5-fluorouracile, ablazione laser e escissione chirurgica. I cheratolitici come l’acido salicilico sembrano essere il miglior approccio di prima linea, specialmente nei bambini. La crioterapia con azoto liquido è un trattamento di seconda linea per le verruche periungueali nei bambini piccoli, perché un’applicazione corretta è piuttosto dolorosa e di solito richiede trattamenti ripetuti. Tuttavia, il trattamento definitivo non è una garanzia e spesso le verruche periungueali si ripetono. Il rischio di sviluppare queste verruche è aumentato dal trauma alla zona. Si consiglia pertanto di evitare di mordere le unghie e di mordicchiare le cuticole. Gli spray criogenici da banco non sono abbastanza freddi per essere utili per trattare le verruche in questa posizione mentre gli spray che contengono dimetil etere possono provocare ustioni chimiche dei tessuti circostanti .

 

Dott.sa Rosalba Trabalzini

Responsabile scientifico Guidagenitri.it

- -


ARTICOLI CORRELATI