prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Pillola anticoncezionale e depressione nelle adolescenti

Ottobre 18, 2019 10:00 am

L’uso di contraccettivi orali nelle adolescenti è associato ad un aumentato rischio di depressione e altri sintomi psichici. Il dato emerge da una nuova ricerca

Gli adolescenti, anche grazie ai social, anticipano sempre più l’incontro con la sessualità, questo anche e forse, soprattutto, per non sentirsi una voce fuori dal coro, rispetto ai coetanei. Le ragazze sono quindi oggi più attive e con i nuovi approcci con i rispettivi partner sono anche più esposte a gravidanze impreviste. La contraccezione orale è sicuramente il metodo migliore per evitare l’imprevisto che potrebbe cambiare la vita delle ragazze nello spazio di una manciata di minuti.  A questo proposito è stata condotta una ricerca per verificare gli effetti collaterali dell’assunzione della contraccezione orale da parte delle ragazze adolescenti.

 

Ricerca su anticoncezionali in adolescenza

I partecipanti allo studio, condotto da Hadine Joffe, MD, direttore esecutivo del Connors Center for Women’s Health and Gender Biology, Brigham and Women’s Hospital, Harvard Medical School, Boston, Massachusetts, sono state ragazze reclutate dalle scuole secondarie.  Le partecipanti, la cui età base al momento della prima valutazione era di undici anni, sono state sottoposte a valutazioni di controllo a tredici, sedici, diciannove, ventidue e venticinque anni. Il risultato è stato che in almeno un’occasione, durante il periodo della ricerca sono comparsi sintomi psichici o depressione.  Le ragazze campione erano invitate a compilare un modulo in cui veniva valutato l’uso di contraccettivi orali ed eventuali sintomi depressivi. I ricercatori hanno utilizzato strumenti ben validati per valutare i sintomi della depressione. Per le ragazze della fascia di età sedici anni, i ricercatori hanno utilizzato una scala specifica per i problemi di affettività adatta all’età.  Nelle fasce di età successive, i ricercatori hanno utilizzato una scala con due elementi aggiuntivi oltre l’affettività: l’indecisione e la sensazione di non riuscire a portare a termine gli obiettivi prefissati.

 

I risultati della ricerca

I risultati emersi dall’ampio studio hanno mostrato tra i sintomi attivi: crisi di pianto ricorrenti, problemi legati alla sfera alimentare e ipersonnia. La sintomatologia si è evidenziata dalle schede compilate dalle ragazze che assumevano anche i contraccettivi orali. Nel campione di controllo, ovvero le ragazze che non assumevano nulla, la sintomatologia psichica era quasi nulla. Questo correlato sintomatologico potrebbe influire sulla qualità della vita delle ragazze con la possibilità di abbandonare la prevenzione anticoncezionale con un rischio aumentato di gravidanze indesiderata. È necessario spiegare alle ragazze che utilizzano la contraccezione orale che sono sintomi transitori con i quali si può convivere ma, non dovrebbero abbandonare la prevenzione orale. I problemi legati al tono dell’umore, se dovessero comparire, si possono affrontare con la consapevolezza.  Quindi la scelta e prescrizione dei contraccettivi orali da parte dei ginecologi dovrebbe includere tutte le informazioni sui possibili rischi e benefici. I benefici della pillola, oltre alla prevenzione delle gravidanze, includono la regolarizzazione del ciclo mestruale, il controllo dei cicli dolorosi e la cura dell’acne giovanile. I potenziali rischi comprendono il peggioramento dell’umore e, sebbene raro nei giovani, l’aumento della pressione arteriosa del sangue. I ricercatori hanno ricavato questi dati raccolti su 1010 ragazze del Tracking Adolescents ‘Individual Lives Survey, un sondaggio sulla popolazione olandese che studia lo sviluppo psicologico, sociale e fisico degli adolescenti.

 

I sintomi depressivi compaiono solo in soggetti predisposti

Le ragazze in terapia ormonale a sedici anni che avevano mostrato punteggi dei sintomi depressivi più elevati rispetto al campione, già a undici anni mostravano una tendenza depressiva. Gli autori hanno indicato in uno loro studio precedente che il peggioramento dell’umore tra le ragazze che usano i contraccettivi orali, lasciava presupporre che avessero nel proprio vissuto pre-adolescenziale una storia di depressione.

 

Rossi Lina

- -


ARTICOLI CORRELATI