prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Luminarie natalizie in casa: l’importanza della sicurezza

6 Dicembre, 2019 10:00 am

Con la magia delle luminarie natalizie ha inizio l’atmosfera di festa, le luci ci ricordano l’importanza dello stare in famiglia e la festa, ma non dobbiamo dimenticare la sicurezza

Natale: il piacere di stare in famiglia incanta tutti, ma lo stare in casa non mette completamente al riparo dai pericoli legati alle luminarie dagli incidenti piccoli e grandi, possono, infatti, guastare la felicità del momento. Anzi, proprio i momenti dei preparativi alla festa sembrano essere più a rischio, perché sia adulti sia i bambini possono maneggiare materiale elettrico delle decorazioni luminose. È importante usare prodotti di qualità ed essere prudenti.

Maneggiare le luminarie decorative dell’albero

È tradizione addobbare l’albero di Natale e il presepe con fili e fili di lampadine colorate, che si accendono e si spengono a intermittenza. Queste luci, però, vengono usate solo pochi giorni ogni anno quindi può capitare che vengano riposte anche se sono ormai usurate, con alcuni fili elettrici scoperti o attacchi con falsi contatti. Può capitare che per mancanza di tempo o per pigrizia, queste luci vengono nuovamente utilizzate senza un controllo preventivo. Non è raro che, durante l’installazione, una persona tocchi inavvertitamente un filo scoperto e prenda la scossa elettrica. Fortunatamente, è difficile che un piccolo filo provochi una ustione seria. In genere causa una piccola bruciatura: si manifesta con arrossamento della pelle e comparsa di vescicole. In questo caso è bene bagnare la parte con acqua fredda e applicare una piccola quantità di pomata contro le scottature. È importante ricordare di gettare via i vecchi fili di lampadine e di acquistarne di nuovi con il marchio di omologazione CE Europa. È un modo per evitare anche danni all’impianto elettrico, come per esempio un corto circuito. Inoltre, si deve ricordare di impedire ai più piccoli di giocare con le lucine colorate, insegnando loro il pericolo.

Sistemare le decorazioni extra luminarie

Porre un puntale sulla cima dell’abete, appendere rametti di vischio, adornare la casa di ghirlande colorate … Operazioni che spesso si devono effettuare salendo su una scala. E, se non si fa attenzione, può capitare di cadere, magari perché si è messo un piede in fallo, si è perso l’equilibrio o perché la scala è scivolata. Se si è atterrati da un’altezza non eccessiva, è probabile che si tratti di una semplice contusione. In questo caso per calmare l’infiammazione è utile applicare una borsa del ghiaccio, va tenuta circa dieci minuti, quindi tolta per qualche minuto e nuovamente applicata. Se, invece, la caduta è avvenuta da una altezza considerevole e la persona ha sbattuto violentemente una spalla, un ginocchio o un’altra parte del corpo piuttosto delicata, è anche possibile che si sia verificata una lussazione o una frattura, soprattutto se si è urtata una superficie dura come il marmo o il granito. In questo caso, è meglio trasportare la persona al più vicino pronto soccorso. Per evitare cadute, è opportuno bilanciare bene il proprio peso quando si è in cima alla scala, magari usando una mano per tenersi ancorati. Si deve prestare attenzione mentre si sale e mentre si scende ed è importante che ci sia un’altra persona adulta presente. Infine, la scala, che deve essere in buone condizioni, va sistemata sul pavimento, mai su tappeti che possono farla scivolare. Questi lavori non andrebbero mai eseguiti quando si è da soli in casa e, soprattutto, non devono essere affidati ai bambini. Per qualsiasi esigenza di pronto soccorso vedere il nostro – Bambini, sicurezza e salute

Il rischio delle piante ornamentali

Durante il periodo di Natale in molte case sono presenti piante ornamentali come la Stella di Natale, il vischio e l’agrifoglio, che, oltre a essere colorate e decorative, sono, purtroppo, molto velenose. Della Stella di Natale, per esempio, è tossico il succo lattiginoso che fuoriesce dal gambo, pericoloso sia per ingestione sia perché può irritare la pelle e gli occhi. Il vischio e l’agrifoglio hanno invece bacche velenose, sono nocive se vengono ingerite. Questo può capitare perché la forma e il colore delle bacche attraggono l’attenzione dei più piccoli. Se il bambino ha ingerito – o si ha il sospetto che lo abbia fatto – foglie o bacche di queste piante, non si deve perdere tempo cercando di farlo vomitare, né gli deve essere somministrato latte. È invece importante contattare immediatamente un centro antiveleni o il pronto soccorso, cercando di essere il più possibile precisi nella descrizione della quantità di sostanza ingerita e sugli eventuali primi sintomi. Per evitare rischi, le piante decorative vanno appoggiate su ripiani in alto, fuori dalla portata di bambini e animali domestici.

Sahalima Giovannini

- -


ARTICOLI CORRELATI