prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

I fastidi di salute arrivano anche nei giorni delle feste

dicembre 24, 2018 10:00 am

La malattia non riconosce le vacanze di Natale, i malesseri possono arrivare all’improvviso, a restarne contagiati sono i bambini ed i nonni. Non facciamoci cogliere impreparati

Tra tutte le feste religiose, quelle del Natale sono per eccellenza i giorni di festa delle riunioni in famiglia e tra gli amici. E, proprio perché le famiglie si riuniscono al calduccio di casa per passare del tempo insieme sarebbe opportuno che nessuno tra tutti i nostri conoscenti e famigliari s ammalasse. Purtroppo, i piccoli disturbi possono arrivare, soprattutto ai bambini e ai nonni. La febbre da raffreddamento o da influenza virale, le indigestioni per i pranzi faraonici, l’acetone per i troppi dolci e le cadute sulle strade ghiacciate sono un must di questi giorni. A tutto questo aggiungiamoci che potrebbe essere difficile trovare un pediatra o un medico disponibili soprattutto se si hanno bambini piccoli o se si è in gravidanza, ma d’altra parte, è festa per tutti.

 

Tutti i rimedi da avere sempre in casa

Vediamo quali sono i farmaci essenziali da avere sempre nell’armadietto dei medicinali: oppure da portare con se in busta ben chiusa e lontano da fonti di calore:

  • un antipiretico adatto a tutti, compresi i bambini piccolissimi e le gestanti, il paracetamolo è indicato oltre che per la febbre anche per dolori osteo-articolari e per il mal di testa;
  • Una confezione di ali reidratanti in caso di vomito o dissenteria;
  • Farmaci anti-diarroici;
  • Fermenti lattici.

E’ bene avere anche un termometro, cerotti di vario taglio, salviette disinfettanti, una piccola borsa del ghiaccio, Poche cose ma utili in caso di febbre, raffreddore, dolore o distorsione.  Nella nostra pagina dedicata: tutte le informazioni in un click: è possibile trovare tutto ciò che può essere utile da fare anche in assenza del medico. Se, invece, andiamo in vacanza, è bene accertarsi già prima della partenza se dove andiamo è disponibile un pediatra o un ginecologo se c’è una gravidanza in atto.

 

Se siamo in partenza

Ogni viaggio, indipendentemente se per un week-end o di qualche giorno in più o se la destinazione è la montagna, il mare o una città d’arte, è bene avere sempre una piccola borsa con l’occorrente per un pronto soccorso. Se la meta del viaggio è oltre il confine nazionale e quindi è il sogno di una vita che si va a realizzare: il paese esotico, un’isola ai Tropici o un safari africano e soprattutto se ci saranno anche i propri figli al seguito, è indispensabile aver effettuato tutte le vaccinazioni necessarie sia le obbligatorie sia le facoltative. Ovviamente non sono sufficienti solo i vaccini eseguiti ma anche la borsa pronto-soccorso,

Nei paesi esotici la diarrea colpisce con una frequenza piuttosto elevata a causa dell’acqua, anche se dichiarata potabile, un residuo batterico può essere sempre presente, per questo non si deve bere acqua del rubinetto, ma solo imbottigliata ed è bene evitare di consumare frutta con la buccia e ortaggi. Le regole in sanità sono gemme preziose e come tale vanno applicate e rispettate per non aver sorprese  spiacevoli.

 

Sahalima Giovannini

- -


ARTICOLI CORRELATI