prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Il nostro menù del giorno 20_03_2020

20 Marzo, 2020 6:45 am

Questa mattina alle ore 04,49 ora italiana vi è verificato l’Equinozio di primavera, ovvero, la quantità di luce e di buio nelle ventiquattro ore è perfettamente uguale, ogni anno l’orario si sposta di sei ore. Questo perché la terra non impiega esattamente trecentosessantacinque giorni per compiere tutto il suo ciclo orbitale intorno al sole ma trecentosessantacinque giorni più sei ore. L’anno bisestile è stato inserito ogni quattro anni proprio per recuperare quelle sei ore in più.

Insomma è arrivata la primavera, il ciliegio e il prugno hanno già messo le gemme dei fiori, speriamo che non venga nuovamente il freddo altrimenti la frutta che sarà poca e rovinata. È anche arrivato il tempo di concimare le piante e il prato. Abbiamo una compostiera che ospita oltre al fogliame della potatura anche gli scarti alimentari di casa. L’insieme di scarti impiega quasi un anno per maturare e diventare una specie di polvere, questo è il nostro concime biologico. Il lavoro della concimatura dell’orto Gerson l’ha fatta già lunedì e la terra è stata zappettata per far assorbire al terreno il nutrimento rilasciato appunto dal compost. Ora dobbiamo spargere il concime sul prato e sulle piante. Insomma stiamo facendo tutti questi lavoretti insieme.

Bene,  oggi preparo una zuppa di cavolo nero, ovviamente  è il cavolo del nostro giardino, coltivato con il compost di casa. La zuppa ha un pH di 6  e per break della frutta secca sciroppata e per cena spinaci ed uova con un pH di 5,8.

Zia Vittoria

Colazione: Carote, banane e toast all’humus di ceci  –  Una tazza di tè

Break: Pop-corn & cioccolato fondente

Pranzo: Minestrone di cavolo nero

Break: Frutta secca sciroppata – ed una tazza di tè

Cena: Terrina di uova e spinaci



… se stiamo svezzando il bambino Pappe dagli 8 mesi

Le porzioni da mettere nel piatto: a peso o a misura? Ecco cosa preferire



- -


ARTICOLI CORRELATI