prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

La scuola è finita: sonno e nuova routine quotidiana

Giugno 7, 2019 10:00 am

La tentazione di abbandonare le regole quotidiane durante le vacanze estive è forte, ma una regola non dovrebbe essere mai modificata: l’ora di andare a letto, per i bambini e essenziale

Il sonno dei bambini deve rispettare il ritmo al quale sono abituati, questo perché durante le ore di sonno avvengono le principali acquisizioni, non solo neurofisiologiche ma soprattutto di sviluppo e crescita. Più tardi viene spostata l’ora di andare a letto più sarà difficile per i bambini tornare a un orario normale tra tre mesi. Considerato la maggior quantità di luce dovuta anche all’ora legale, possono essere spostate le lancette del tempo di andare a letto, ma queste non dovrebbero mai superare le ore 22,00 almeno fino ai dieci anni di età.

 

I bambini dovrebbero andare a letto sempre alla stessa ora

La routine dell’orario di andare a nanna alla stessa ora aiuta i bambini a rilassarsi preparandosi così a dormire. Per i bambini in età prescolare è utile predisporre una tabella della buonanotte, questo permette ai piccoli di acquisire una regolarità che comprenda, ad esempio, dare la buonanotte ai suoi giochi, ai libri, alle fotografie, insomma ad ogni oggetto parte della sua quotidianità. Questo è di aiuto quando all’ultimo minuto arriva la richiesta di un’altra storia da leggere. Per i bambini già scolarizzati sono utili le piccole azioni da ripetersi ogni sera, ad esempio: fare il bagno, indossare il pigiama, lavarsi i denti e leggere un libro. Con i ragazzi in pre-adolescenza potrebbe essere utile sedersi insieme sul letto e raccontarsi reciprocamente come è passata la giornata. Il tutto ovviamente deve avvenire in modo semplice e non investigativo, la confidenzialità aiuta il ragazzino a sentirsi a proprio agio nel raccontare la sua giornata. Insomma, andrebbe creata una tabella con l’ora di andare a letto e tutto ciò che è preferibile fare tra i vari preparativi per, finalmente, dopo una giornata di attività tra gioco e sport per rendere più sani i loro corpi e le menti, li aiuti a dormire meglio.

 

Come impostare un programma di routine della buona notte

È importante, affinché i bambini portino avanti il programma della buona notte, aiutarli ad organizzare i tempi in modo razionale e soprattutto, fare in modo che tutte le azioni messe in campo convergano verso la sua stanza. In questo modo si rende più semplice l’osservanza di tutto il programma. Quindi, non iniziare con il bagno e poi in cucina per la cena ma l’inverso, prima una cena leggera, una doccia veloce, pigiama e infine in camera per leggere un libro o raccontare come è stata la giornata prima di chiudere la luce. È importante che tutta a sequenza termini nella stanza da letto. Se il bambino chiama dopo aver spento la luce, è giusto tornare da lui e chiedere di cosa ha bisogno ma una volta soddisfatto i suoi bisogni è sufficiente replicare che è ormai tempo di dormire ed è giusto chiudere la luce. Non    dimenticare mai … la coerenza è necessaria per il buon rispetto di qualsiasi tipo di programma, ancor di più per il programma della buona notte: quando si dice no … questo non può trasformarsi in un si dopo insistenze da parte del bambino.

 

La camera da letto dei ragazzi deve essere confortevole

Per facilitare il sonno è necessario rendere la stanza confortevole: la temperatura deve essere mantenuta abbastanza fresca e la quantità di luce che arriva dalle finestre deve essere mitigata da tende che oscurino la stanza. Una luce notturna soffusa può andare bene. Ovviamene in stanza non dovrebbero essere presenti TV, computer, telefono o videogiochi, possono rendere difficoltoso dormire perché lo stimolo a giocare o guardare è difficile per un bambino da controllare. La luce emessa da uno schermo nella stanza può indurre il corpo a pensare che sia ancora di giorno oltre a impedire al corpo di produrre la melatonina,  l’ormone del sonno.  Quindi, per aiutare i bambini a rilassarsi prima di andare a letto è bene che TV e qualsiasi altro tipo di monitor siano spenti. Le attività che non contemplino luce e rumori intensi sono da preferire, quindi va benissimo: leggere, disegnare o ascoltare musica dal ritmo rilassante.

 

Consiglio valido per tutta la famiglia

E’ bene attrezzare un angolo comune a tutti, ma proprio tutti, dove riporre i propri smartphone e lasciarli lì a riposare, anche loro, per tutta la notte.

 

Rossi Lina

- -


ARTICOLI CORRELATI