Il nostro menù del giorno 07_01_2022
7 Gennaio 2022
zuppa
Il nostro menù del giorno 10_01_2022
10 Gennaio 2022

Dieta dopo le feste per rimetterci in forma

dieta dopo feste

Le feste di Natale, tra cenoni e pranzi, dolci tipici, zamponi e paste ripiene lasciano sempre almeno un paio di chilo in più a grandi e piccoli. Inoltre, spesso gli adulti hanno problemi di acidità e reflusso, mentre i bambini lamentano pancia gonfia, meteorismo e cattiva digestione. In questi casi non è necessario punirsi con digiuni, dannosi soprattutto per i più piccoli. È preferibile seguire uno stile alimentare sano, che preveda alimenti freschi e assunzione di molti liquidi per aiutare l’organismo ad un giusto equilibrio.

Il digiuno è controproducente

Le diete del digiuno sono dannose per la salute. Drastiche riduzioni dell’apporto calorico dopo le grandi abbuffate natalizie sottopongono a stress l’apparato gastrointestinale che può farsi sentire attraverso bruciori e difficoltà digestive. Inoltre, non sono di aiuto al recupero della linea. È un classico saltare la prima colazione per arrivare direttamente al pranzo o a cena mangiando alla fine  di più. Quel che accade è che il nostro organismo, in deficit energetico, tenderà a immagazzinare tutto quello che riceve, ben sappiamo che la leptina agisce fin verso le ore 16,00. È meglio mangiare normalmente, possibilmente alzandosi da tavola con ancora voglia di mangiare qualcosa. È bene assaporare il cibo, perché masticare con cura e mangiare lentamente aiuta la digestione e fa sentire sazi prima, con porzioni ridotte. Un altro consiglio utile del dopo feste è non eccedere con il sale. Il sodio rende più difficile il processo digestivo e aumenta la sensazione di dover bere. Inoltre, in generale, troppo sale nella dieta, può causare un aumento della pressione arteriosa.

Niente alcolici e zuccheri

Visto che tra cene e brindisi abbiamo fatto il pieno di vino, spumante e liquori mentre i bambini hanno sicuramente assunto troppe bevande dolci, per un po’ di giorni diciamo basta agli alcolici e ai soft drinks. L’alcol, infatti, può favorire bruciore di stomaco e reflusso acido. Le bibite dolci fanno ingrassare e non forniscono nutrienti. Anche i condimenti vanno ridotti nella dieta dopo le feste. Salse, sughi, intingoli, maionese sono gustosi, ma ricchi di grassi e, soprattutto se il pranzo è di più portate, appesantiscono lo stomaco. Inoltre, se in eccesso, possono alterare il sapore del cibo che gustiamo. Il fritto è da bandire per qualche tempo: per quanto gustoso e garanzia di successo per cene e pranzi con amici e parenti, sovraccarica il nostro organismo e appesantisce lo stomaco, risultando indigesto. Per questo, soprattutto quando le pietanze sono numerose e abbondanti, prediligere altre modalità di cottura.

Più frutta e movimento

Attenzione ai residui dei cenoni. Spesso avanzano panettoni, torroni, tavolette di cioccolato con le nocciole. È meglio regalarle che finirle, per evitare di continuare ad assumere troppe calorie e zuccheri. Si deve invece assumere frutta di stagione e verdura fresca, che sazia e favorisce l’eliminazione delle tossine. Inoltre si deve bere molta acqua naturale non troppo fredda per favorire la diuresi. Visto che le ore migliori sono quelle centrali, una passeggiata favorisce la digestione e aiuta anche ad attivare il metabolismo, quindi fa perdere peso.

Sahalima Giovannini

Sostieni Guidagenitori.it

Il Covid-19 ha colpito al cuore anche l’economia, tutto si è fermato, pubblicità compresa, l’unica forma di sostentamento per fare e diffondere l’informazione medico-scientifica, obiettivo principale di Guidagenitori.it

I nostri giornalisti, tecnici informatici e tutti gli altri operatori che sorreggono il giornale, continuano a svolgere regolarmente il lavoro per offrire gratuitamente i servizi editoriali, nonostante le difficoltà economiche. Ecco perché il vostro contributo è prezioso.

Registrati o Accedi

Comments are closed.