prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Latte intero: la prevenzione contro l’obesità

20 Gennaio, 2020 10:00 am

Spesso si consiglia ai bambini un po’ sovrappeso di preferire i latticini poveri di grasso. Una recente ricerca ha completamente ribaltato le direttive: il latte intero previene l’obesità

Il latte intero non fa ingrassare, anzi: difende i bambini da sovrappeso e obesità. I bambini che consumano abitualmente questo tipo di latte hanno un rischio ridotto del 40% di mettere su peso rispetto a chi consuma il latte scremato. Inoltre, il latte intero è ricco di sostanze indispensabili per lo studio e lo sport e non contiene elementi chimici aggiunti.

Più in forma con il latte intero

A sostenerlo è uno studio condotto dagli esperti del St. Michael’s Hospital di Toronto, ha coinvolto ventunomila bambini e ragazzi. Gli esperti hanno analizzato i dati di 21 studi condotti sull’argomento in sette paesi, in alcuni dei quali le linee guida nazionali raccomandano ai genitori di offrire latte scremato ai bambini sopra i due anni di vita. I risultati raggiunti dallo studio contraddicono in pieno queste linee guida. Gli esperti hanno visto che tutti i dati puntano in un’unica direzione: i bambini che bevono latte scremato sono più a rischio di mettere su chili di troppo rispetto a quelli che sono soliti bere latte intero. Questi ultimi hanno un rischio di sovrappeso e obesità ridotto del 40%. Il prossimo passaggio, hanno spiegato gli esperti canadesi, sarà allestire una sperimentazione clinica in cui un gruppo di bambini beva latte intero e un gruppo di coetanei latte scremato per verificare se vi sia una relazione di causa ed effetto tra i grassi nel latte e il ridotto rischio di sovrappeso.

Qualità essenziali del latte intero

Secondo gli esperti di Assolatte, l’associazione che riunisce i produttori di latticini in Italia, nessun altro alimento può reggere il confronto con il latte per biodisponibilità di calcio, un minerale essenziale non solo per i denti e le ossa, ma anche per la funzionalità del cuore e dei muscoli. Un bicchiere da 200 ml è sufficiente a coprire un terzo del fabbisogno giornaliero di calcio di una donna di trent’anni e un quarto di quello di un bambino di sette anni, con la certezza di non perderne neppure un microgrammo. Infatti, sottolinea Assolatte, il calcio presente nel latte è altamente biodisponibile e accompagnato da altri nutrienti che ne facilitano l’assorbimento, come il fosforo, la vitamina D e alcuni amminoacidi come lisina e arginina. Nel latte è anche ricco di fosforo: elemento importante per molte funzioni dell’organismo, in particolare per il rilascio dell’energia dei cibi. E, come il calcio, il fosforo interviene nella struttura delle ossa e dei denti. Inoltre, il latte contiene altre vitamine importanti, come la vitamina B2, componente principale di molti enzimi e partecipa al metabolismo di proteine, grassi e carboidrati, aiutando a trasformarli in energia. È anche una fonte di vitamina B12, necessaria per la formazione dei globuli rossi e per il corretto funzionamento del sistema nervoso.

Altre vitamine del latte intero che non devono mancare

Il latte è ricco di vitamina A che protegge i tessuti che costituiscono organi e ghiandole. È importante per la salute degli occhi e la qualità della visione. È fondamentale per la crescita delle cellule e la difesa del sistema immunitario. Inoltre, apporta vitamina E, a difesa della pelle, arterie, cuore e vasi sanguigni dall’invecchiamento precoce agendo anche sulla secrezione degli ormoni sessuali. La vitamina K è fondamentale per la coagulazione del sangue ed è un potente antiemorragico. Infine il latte è uno dei pochi alimenti ricchi di una sostanza che normalmente non si trova nei cibi e si può procurare solo stando all’aria aperta: la vitamina D, la quale facilita l’assorbimento del calcio e ottimizza la mineralizzazione di ossa e denti, contribuendo a prevenire l’osteoporosi. La vitamina D gioca anche un ruolo fondamentale nella prevenzione della sarcopenia, perché agisce come ormone nel trofismo muscolare. Per essere pienamente efficace la vitamina D ha bisogno di combinarsi con il calcio, come avviene nel latte intero appunto.

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI