prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

I cibi delle feste, cosa possono assaggiare i più piccoli

20 Dicembre, 2019 10:00 am

Il cenone di Natale prevede un menù a base di pesce più o meno elaborato e il pranzo di Natale più strutturato tra lasagne, arrosti e grigliati non sempre adatti ai più piccoli

I bambini già dopo l’anno di vita possono mangiare tutto quanto è preparato anche per gli adulti. Ovviamente ci sono delle limitazioni da osservare, le stesse che anche noi adulti dovremmo rispettare.: evitare soffritti e fritti, evitare cibi troppo impregnati di grassi animali, evitare spezie piccanti e soprattutto, limitare il sale. Troppo sale fa male a noi adulti ed i bambini al di sotto dei due anni non dovrebbero mangiare alimenti a cui è stato aggiunto del sale.

Il cibo è la prima medicina per il nostro benessere

La buona salute si impalca fin dal dopo svezzamento, quindi in età insospettabile per molti, eppure, è proprio così. Purtroppo, la tradizione del Natale vuole che si passi molto tempo seduti a tavola a consumare i manicaretti preparati già dal giorno precedente. Solo per fare un piccolo inventario regionale, ai piccoli piemontesi non dovrebbe essere offerta la carbonade, carne cotta nel vino rosso.  Gli antipasti tipici della Lombardia a base di uova, grana e mortadella accompagnati dalla mostarda di Cremona, non sono proprio sapori adatti ai più piccoli.  Ai piccoli del trentino sarebbe bene non offrire i canederli irrorati di burro fuso.  Ai piccoli friulani invece non dovrebbe essere concesso il dolce natalizio per eccellenza, la cubana, una torta ripiena di uvetta, pinoli e liquore.  Ai piccoli toscani sarebbe bene non offrire il bardiccio, la salsiccia di maiale cucinata alla brace ed ai modenesi il famoso cotechino. Spostandoci più a  sud abbondano invece le fritture sia di verdure sia di pesce che sarebbe bene i piccoli non venissero offerti per non mettere il fegato in condizioni di superlavoro.  Insomma i bambini devono essere educati a mangiare sano

Troppo dolci in casa durante le feste di Natale

E’ bene razionare i dolci in casa in questi giorni di festa, troppo zucchero, ormai ben lo sappiamo, non fanno bene, soprattutto ai bambini. Se i dolci ci vengono portati in dono da inviati o parenti, cerchiamo di non lasciarli in bella vista, se gli occhi vedono… il cervello reclama. Lasciamo invece in bella vista carotine o pezzettini di sedano approfittando noi stessi di sgranocchiare ogni tanto, se i nostri piccoli ci vedono, se non altro per il processo dell’imitazione anche loro proveranno ad approfittarne. Una buona idea è invece lasciare portata di mano del pop-corn preparato in casa senza aggiunta di burro e sale. Ovviamente vanno anche limitate le bevande gasate e dolcificate. Insomma una  dieta equilibrata fa bene anche a noi adulti e non solo ai nostri bambini, tenendo presente che gli spuntini migliori sono a base di frutta, verdura e yogurt  come quotidianamente ci consiglia sempre la nostra Zia Vittoria.

Rossi Lina

- -


ARTICOLI CORRELATI