prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Ortoressia: adolescenti malati di salute

Ottobre 2, 2019 10:00 am

Sempre più giovanissimi sono soggetti a ortoressia, un disturbo alimentare, che consiste nel nutrirsi bene fino all’ossessione. Può causare carenze e impedire la convivialità tra ragazzi

Nutrirsi bene, praticare un po’ di attività fisica, e sottoporsi regolarmente a controlli medici, in base all’età e ad eventuali fattori di rischio. È la ricetta semplice per conservare la salute e il benessere fisico e mentale il più a lungo possibile, tutti dovrebbero seguirla. Purtroppo sono anche in molti a seguirla in modo esagerato, fino a rasentare la patologia.

 

Ortoressia: la continua ricerca del benessere

Troppe persone oggi fanno della salute un obiettivo maniacale, fino a farla diventare la loro ragione di vita, incentrando ogni pensiero, scelta o azione quotidiana su quello che, secondo loro, aiuta a stare meglio, ad essere più in forma o a vivere più a lungo. In questi casi non si tratta più di una sana ricerca del benessere, ma in vere e proprie malattie psichiche che spingono a comportamenti eccessivi, causando difficoltà quotidiane, isolamento sociale fino a causare problemi alla salute: ottenendo, di fatto, l’obiettivo opposto. Il problema è che questo disturbo riguarda, secondo gli esperti, un numero sempre crescente di giovanissimi e di adolescenti: si tratta per la maggior parte di ragazze, ma anche i maschi ne possono essere soggetti. Il problema è che la scelta restrittiva del cibo in età di crescita può causare carenze nutrizionali e quindi di crescita, privando anche di molte occasioni di socializzazione che hanno come punto di riferimento il cibo: basti pensare all’innocuo piacere di una pizza al sabato sera con gli amici.

 

Una scelta restrittiva

La scelta di cibi sani spinta all’eccesso è l’ortoressia. È un neologismo che deriva dal greco antico – orthos – ossia: retto, diritto e rexis, vale a dire appetito. Consiste nel desiderio ossessivo di scegliere soltanto i cibi che farebbero bene alla salute, eliminando quindi tutto quello che, nella mente dell’ortoressico, è fonte di rischio. L’ortoressia è un disturbo di tipo alimentare, come l’anoressia o la bulimia, quindi è di fatto un disturbo della condotta alimentare. Nell’anoressia e nella bulimia c’è però ossessione sul peso e sulla forma fisica, mentre le manifestazioni dell’ortoressia sono più vicine a quelle dei disturbi di tipo ossessivo-compulsivo. Chi ne soffre cerca ossessivamente solo i cibi che ritiene gli facciano bene evitando accuratamente altri in realtà del tutto innocenti, come un dolcetto o un pezzetto di burro nella pasta. L’ortoressico cerca solo cibi genuini, magri, sani, in poche parole puri, ha il terrore dei germi e degli additivi chimici. Per questo rinuncia alla vita sociale.

 

Che cosa si rischia con l’ortoressia

Oltre a finire per avere grossi problemi di convivialità con gli altri, l’ortoressico può arrivare a soffrire di disturbi ansiosi. Se infatti un giorno si concede uno sfizio, come un gelato, poi si sente impuro e terribilmente in colpa. Privarsi del tutto di grassi o zuccheri, poi, espone a eccessiva magrezza, a debolezza, fa sentire svuotati di energie e predispone anche a disturbi neuro-cognitivi. Secondo gli esperti ne soffrono più i maschi che le donne. Sono a rischio soprattutto gli insicuri, i perfezionisti, coloro che sono sempre alla ricerca di dimostrare quanto valgono. Spesso a queste scelte iper-salutistiche si accompagnano anche mania di forma fisica con lunghe e sfiancanti sedute in palestra, ore di corse o decine di vasche in piscina. Se si nota in un famigliare o in un figlio questo tipo di atteggiamento, è bene non perdere tempo e rivolgersi al medico: si può guarire a patto di associare la terapia cognitivo-comportamentale condotta da un professionista esperto nel settore ed alla rieducazione alimentare. Un semplice test per verificare l’ortoressia.

 

Lina Rossi

- -


ARTICOLI CORRELATI