prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Le regole per conservare bene i cibi

Maggio 11, 2009 12:26 pm

Per assicurare ai figli un’alimentazione sana scegliamo con cura i prodotti e ci preoccupiamo di variare la dieta: ma sappiamo usare come si deve dispensa, frigorifero e congelatore? Per assicurare ai nostri figli una alimentazione sana ed equilibrata scegliamo con attenzione i prodotti più genuini, usiamo – tempo permettendo – il metodo di cottura più…

Le regole 

per conservare bene i cibi

Per assicurare ai figli un’alimentazione sana scegliamo con cura i prodotti e ci preoccupiamo di variare la

dieta: ma sappiamo usare come si deve dispensa, frigorifero e congelatore?

Per assicurare ai nostri figli una alimentazione sana ed equilibrata

scegliamo con attenzione i prodotti più genuini, usiamo – tempo permettendo – il metodo di cottura più sano, ci preoccupiamo di variare pietanze e

proposte. Quello a cui qualche volta non si presta la dovuta attenzione è la cura nella conservazione dei cibi. Anche perché, diciamocelo francamente,

spesso prestiamo poca attenzione alle indicazioni stampate sulle etichette dei prodotti confezionati
Ecco, allora, alcune semplici “regole” che è bene

seguire per un’alimentazione sicura.

Cibi freschi
Facendo la spesa la responsabilità della sicurezza dei cibi

acquistati passa dalla catena della distribuzione alle mani dell’acquirente, perciò seguire le istruzioni per l’uso e le modalità di conservazione

indicate sulle confezioni diventa un elemento molto importante.
I cibi freschi, sia sfusi che confezionati, sono naturalmente i più delicati: carne,

pesce, latticini, cibi pronti o conservati dal negoziante in banchi refrigerati, devono essere trasportati al più presto nel frigorifero di casa. Quando

è importante, in etichetta è indicata la temperatura alla quale il prodotto deve essere conservato: per lo più intorno ai 4°C che è la temperatura del

frigorifero domestico.

Cibi in scatola
I cibi in scatola devono essere conservati in modo da non subire eccessi di

caldo o di freddo: la dicitura “conservare in luogo fresco e asciutto” non è un semplice consiglio, ma una condizione necessaria.
Bisogna anche prestare

particolare attenzione allo stato delle confezioni: quelle gonfie, ammaccate, bagnate o addirittura rotte devono essere rifiutate, così come devono

essere evitate quelle dalle quali, all’atto dell’apertura, escano bollicine o gas o il cui contenuto presenti muffe o abbia sapore, odore, consistenza

non convincenti. Le confezioni deteriorate possono essere restituite al negoziante che deve sostituirle con altre integre.

Cibi

surgelati
Le confezioni di surgelati, all’atto dell’acquisto, non devono essere bagnate, ricoperte di brina o schiacciate, devono essere

trasportate in un contenitore termico e riposte nel congelatore nel minor tempo possibile dall’acquisto.
Bisogna aver cura di mantenere sempre i

prodotti refrigerati e quelli surgelati alla temperatura indicata sull’etichetta.
Il reparto congelatore del frigorifero domestico deve essere mantenuto

alla temperatura di -18°C. Preoccupati che sia ordinato, senza brina (indizio di sbalzi di temperatura) e non eccessivamente carico.
I prodotti surgelati

devono essere scongelati seguendo le indicazioni del fabbricante, che compaiono pure sull’etichetta.
Dopo lo scongelamento i surgelati non devono essere

mai ricongelati.

Igiene in cucina
Infine qualche utile indicazione anche per il luogo in cui i cibi vengono

maggiormente maneggiati e ed utilizzati: la cucina. Bisogna tener presente che dove è presente materia deperibile com’è il cibo, possono proliferare

batteri nocivi, specialmente quando difetta l’igiene. Bisogna, dunque, prestare la massima cura all’igiene della cucina. È importante poi ricordarsi di

lavare le mani prima di cucinare o prima di toccare alimenti da consumare crudi, di tenere sempre puliti gli strumenti di cucina, i piani di lavoro e in

particolare il frigorifero: sono precauzioni che possono sembrare banali, ma che diventano indispensabili per garantire igiene e sicurezza alimentare.

 

Enrico Massi

- -


ARTICOLI CORRELATI