prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

La vitamina D aiuta il sistema osseo, nervoso e cuore

agosto 5, 2015 9:27 am

E’ una realtà documentata: la vitamina D protegge le ossa, aiuta il sistema nervoso e anche il cuore. Questa estate stiamo il più possibile all’aperto per fissarla con il sole.

La vitamina D è nota soprattutto da tempo per il suo ruolo nel metabolismo del calcio, di cui facilita l’assorbimento da parte delle ossa, ma i suoi benefici sono molto più numerosi. Recenti ricerche hanno dimostrato la sua utilità a tutte le età. In questi giorni di sole pieno e per tanto tempo approfittiamone per stare all’aria aperta, naturalmente difendendosi con un solare adeguato e scegliendo le ore migliori. Così non solo i bambini, ma anche gli adulti, i genitori e i nonni si assicurano una adeguata dose di questa sostanza così ricca di benefici.

Una vitamina amica del cuore
Ricercatori italiani e tedeschi hanno dimostrato che esiste una associazione tra bassi livelli di vitamina D e disturbi cardiaci. Adeguate quantità di questa sostanza influenzano positivamente l’attività metabolica di molecole che tengono sotto controllo fattori infiammatori responsabili di disturbi al tessuto cardiaco e alle arterie. Al contrario, se i livelli di vitamina D sono scarsi, si verifica nel sangue un aumento dei livelli di mediatori pro-infiammatori, ossia di sostanze responsabili di infiammazione al tessuto cardiaco. Assicurarsi livelli ottimali di vitamina D è un importante strumento per contrastare l’insorgenza di malattie del cuore. Inoltre pare che le persone che si assicurano un apporto adeguato di vitamina D incorrano meno in malattie comunque rare come il tumore del pancreas e la sclerosi multipla. Infine, la sostanza rafforza l’attività del sistema immunitario: ricercatori danesi hanno accertato che, senza vitamina D, particolari cellule del sangue chiamate linfociti T non riescano a svolgere un’attività intensa abbastanza valida per combattere efficacemente le malattie. L’assunzione costante di vitamina D aiuta l’attivazione del sistema di difesa dell’organismo. Infine, la vitamina D partecipa di processi del sistema nervoso che portano al miglioramento del tono dell’umore e alla serenità.

Il ruolo nella difesa delle ossa
La vitamina D è però da sempre famosa per il suo ruolo nell’irrobustimento delle ossa. Infatti controlla l’assorbimento del calcio che viene assunto con la dieta a livello dell’intestino e dei reni. Affinchè il calcio presente negli alimenti possa essere assorbito e poi utilizzato dall’organismo, è necessario l’intervento della vitamina D, presente nell’organismo in forma di ergo-calciferolo o vitamina D2 e cole-calciferolo o vitamina D3. La prima è la forma inattiva della vitamina e per poter svolgere le sue funzioni deve essere attivata. La vitamina D3 è invece la forma più efficace di questa sostanza ed è quella che permette di mantenere le ossa in piena salute. La vitamina D, sia sotto forma di vitamina D2 che di D3, può essere assorbita con la dieta. La maggior parte della forma attiva, però, viene prodotta in seguito all’azione dei raggi ultravioletti. Per favorire la formazione di questa sostanza bisogna esporsi alla luce diretta del sole anche per soli 10’ al giorno, uscire di casa più spesso e nelle ore in cui l’irradiamento solare è massimo, assicura la quantità giusta di Vitamina D, è sufficiente uscire di casa più spesso possibile nelle ore di maggiore luce, anche nei mesi invernali. In estate è utile cercare di esporre più parti del corpo alla luce. Il discorso vale per tutti, ma soprattutto per bambini e nonni. I più piccoli hanno bisogno della vitamina D per crescere bene, mentre gli anziani, grazie alla vitamina D, possono prevenire l’osteoporosi, una malattia tipica dell’età, che rende le ossa fragili e a rischio di frattura.

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI