Lo sport in detrazione
23 Aprile 2007
Storie di mamme
7 Maggio 2007

Le regole per i bambini

Se consapevoli dei pericoli i nostri figli possono difendersi dal rischio di attenzioni traumatiche

Alcune semplici indicazioni possono fornire ai nostri figli strumenti di comprensione e di difesa.
Il bambino che è ben educato a proteggersi da spiacevoli esperienze parlerebbe così.

  • Quando esco di casa devo sempre comunicare dove vado e con chi
  • Non sono così stupido da lasciarmi portare in qualche posto da qualcuno che non conosco
  • Se qualcuno mi tocca in un modo che non mi piace io lo fermerò e lo dirò subito ai miei genitori
  • Anche se proverà a toccarmi una persona che conosco bene io gli dirò di smettere
  • Se è uno dei familiari ad avere comportamenti anomali, ne parlerò con qualche adulto di cui mi fido o con i miei insegnanti della scuola
  • Se qualcuno mi ha toccato in modo strano i miei genitori vogliono saperlo e non si dispiaceranno, anzi mi aiuteranno a capire che cosa è successo
  • Nessuno può convincermi del fatto che è giusto lasciarmi toccare, se qualcuno me lo dice mi sta prendendo in giro
  • Anche se certe persone sono normalmente molto gentili e affettuose con me, se tentano ripetutamente di toccarmi mi stanno facendo del male e devo ribellarmi
  • Solo i miei genitori sono autorizzati a toccarmi e solo nel caso in cui mi stiano lavando o per controllare se ho irritazioni o infezioni
  • Non mi allarmo subito se qualcuno è affettuoso con me, forse mi vuole semplicemente bene

     

    Enrico Massi

  • Registrati o Accedi

    Lascia un commento