prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Il frenulo linguale, se corto interferisce con le poppate

giugno 3, 2016 9:21 am

Il frenulo sottolinguale è una piccola membrana posizionata tra la lingua ed il pavimento della bocca. La sua funzione è di collegamento, se corto può creare problemi all’allattamento.

Il frenulo sottolinguale nei lattanti può essere più o meno sottile o spesso, più o meno lungo o breve, più o meno anteriore o posteriore – in questo caso si parla di frenulo posteriore o subdolo, in quanto nascosto nella mucosa orale. Salvo che non si tratti di casi del tutto evidenti, quelli in cui il frenulo si attacca all’apice della lingua deformandola a cuoricino, il frenulo breve passa molto spesso inosservato alla nascita e anche nei mesi successivi. E’ la mamma di solito che lamenta fastidio o dolore alla poppata, spesso molto lunga, mentre il piccolo non appare mai pienamente soddisfatto.

Come riconoscere il frenulo linguale corto
Oggi che molte mamme vogliono allattare e non si arrendono alle integrazioni con latte artificiale, che fanno sì crescere il bambino ma estinguono la relazione d’allattamento, nel campo medico pediatrico si è risvegliato l’interesse verso il problema e i rimedi del frenulo corto.

Cosa guardare  –  Spesso c’è una combinazione di questi sintomi:

  • Dolore o fastidio sempre più grave durante la poppata
  • Poppate molto frequenti, più di 10-12/24 ore
  • Recupero lento del peso nascita o crescita inadeguata
  • Necessità di dare aggiunte di latte sia materno tirato sia artificiale
  • Ragadi, ingorghi mammari

Più che l’aspetto del frenulo, quello che conta è la sua funzionalità. Talora bambini con frenulo anatomicamente breve e non troppo anteriore poppano bene e crescono – la mammella è elastica e riesce a compensare i deficit motori della lingua, che possono però dare problemi più tardi, oppure è molto produttiva e il bambino può succhiare tanto latte con minimo impegno.

Cosa cercare    –  Come mamma dovresti inoltre associare i sintomi di cui sopra insieme a uno o più dei segni seguenti nel bambino:

  • A bocca aperta la lingua non riesce a protrudere oltre il labbro/gengiva inferiore
  • A bocca aperta la lingua non ce la fa a innalzarsi verso il palato o si ferma a metà
  • Quando il piccolo piange, la lingua rimane infossata e si arricciano solo i bordi
  • Accarezzando col dito, unghie tagliate e pulite, la parte esterna della gengiva, la lingua segue il movimento torcendosi
  • Premendo con la punta del dito davanti al frenulo, la lingua si infossa al centro e non si allunga in avanti

Cosa fare nel dubbio o certezza del frenulo corto
Portare il piccolo presso un esperto, pediatra o dentista o Consulente Professionale in Allattamento Materno – IBCLC, figura professionale riconosciuta anche dal Ministero della Salute 

i quali durante la consulenza d’allattamento e avvalendosi di griglie di valutazione ad hoc  formuleranno la diagnosi e decideranno se effettuare la frenulotomia  o frenectomia. L’intervento viene eseguito in ambulatorio seguendo con il seguente protocollo:

  • Dopo aver fasciato il piccolo con un telo e averlo collocato su un piano sotto una fonte luminosa, si può procedere a un’incisione di 2-3 mm – frenulo posteriore – o 3-7 mm -frenulo anteriore, con un paio di forbicine o con bisturi. Sotto i 4 mesi di vita non occorre anestesia locale essendo il frenulo minimamente innervato , e personalmente non la utilizzo perché l’addormentamento interferisce con la capacità del piccolo di attaccarsi efficacemente al seno subito dopo effettuando così in maniera naturale il tamponamento della piccola ferita e riducendo il sanguinamento al minimo.

Spesso la madre avverte subito un comfort mai sentito durante la poppata, altre volte nei giorni successivi, quando il bambino impara a usare la lingua in modo più funzionale. Nelle foto sottostanti si può osservare un frenulo anteriore pre e post intervento, e come la lingua appaia più sciolta.

Dott.ssa Maria Ersilia Armeni
Pediatra, Consulente Professionale in Allattamento Materno IBCLC

- -



Advertising