prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Mattina e primavera: ingredienti per avviare la gravidanza

luglio 27, 2018 10:00 am

Desiderate un bambino? Meglio attivarsi al mattino presto e durante tutta la primavera. Ad affermarlo è una ricerca portata avanti presso l’Ospedale Universitario di Zurigo in Svizzera

Esistono momenti precisi per mettere in cantiere un bambino: per quanto riguarda l’orario, è il mattino presto. Per quanto riguarda la stagione, è la primavera. Lo afferma una ricerca condotta presso l’Ospedale universitario di Zurigo. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Chronobiology International.

 

Il momento giusto per diventare genitori

Per la ricerca sono stati analizzati 12.245 campioni di sperma provenienti da 7.068 uomini, raccolti tra il 1994 e il 2015 dal laboratorio di andrologia del Dipartimento di Endocrinologia Riproduttiva del Centro svizzero in questione. I campioni di sperma erano stati prelevati al mattino presto, prima delle 7 e 30 e tutti mostravano livelli maggiori sia di concentrazione spermatica sia di conta di spermatozoi. Anche la forma dei singoli spermatozoi era migliore e più regolare. Gli esperti hanno riscontrato un aumento significativo della concentrazione spermatica e del numero complessivo di spermatozoi durante i mesi primaverili. Al contrario, in estate tendevano a diminuire. Le conclusioni sono state che gli spermatozoi posseggono una sorta di orologio interno di 24 ore, più attivo nelle prime ore del mattino e nei mesi tra marzo e maggio. È possibile che questo orologio biologico assecondi i ritmi della natura, che proprio in primavera e al mattino presto va incontro a un risveglio e a una rinascita anche nelle altre specie animali e nei vegetali.

 

Anche le buone abitudini sono importanti

Sapere quando gli spermatozoi sono più attivi è quindi una buona base di partenza, ma anche le buone abitudini sono importanti per favorire l’attività degli organi sessuali.  E’ essenziale eliminare il fumo e l’alcol o almeno ridurre il più possibile queste cattive abitudini. Sia gli alcolici sia le sostanze che si sprigionano dalla combustione della sigaretta, infatti, intossicano i tessuti degli organi riproduttori, interferendo con la fertilità. Inoltre è importante praticare un po’ di attività sportiva: secondo recenti studi, gli uomini che fanno sport con regolarità hanno maggiori chances di diventare padri perché l’attività fisica migliora la circolazione del sangue anche a livello del pene, combattendo le difficoltà di erezione. Fare sport aiuta a dimagrire, migliora la percezione di sé e il rapporto con il proprio corpo, sia per l’uomo sia per la donna, quindi anche l’intesa sessuale è più appagante. E non dimentichiamo il cibo. Il trash food, le bibite dolci e gasate, gli alimenti fritti e pronti favoriscono aumento di peso e disordini ormonali che possono interferire anche con la produzione di ovociti e spermatozoi. Al contrario, una alimentazione a base di frutta, ortaggi freschi, olio di oliva cereali integrali mantiene una buona forma fisica e migliora la salute degli organi sessuali.

 

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI