prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Tutti i segnali che indicano l’inizio di una gravidanza

settembre 27, 2016 9:23 am

Non solo mancanza di mestruazioni: i segnali che indicano l’inizio di una gravidanza sono molti, vediamo insieme quali sono e come ci si deve comportare.

C’è stato un rapporto sessuale senza protezione proprio nei giorni in cui si verifica l’ovulazione. È possibile, ma non matematico, che si sia rimaste incinte: è vero che i giorni fertili sono quelli giusti per concepire un bambino, ma anche in questo caso non è detto perché dipende da tante condizioni momentanee. Inoltre, è possibile che l’incontro tra ovulo e spermatozoo avvenga, ma non è detto che si sviluppi l’embrione, anche solo per un po’ di stress o per un pH particolare nell’ambiente genitale della donna. Insomma, quando si hanno rapporti completi in quei giorni la curiosità di sapere se è in arrivo un bambino è molto forte. Ovviamente è necessario attendere i giorni del flusso, che se non si presenta è già un segnale di possibile attesa. L’amenorrea però non è l’unico segnale. Ce ne sono anche altri da tenere presenti: ecco quali

Gonfiore mammario
Il seno gonfio e dolente è dovuto alle alterazioni ormonali che si accompagnano all’impianto dell’ovulo sulla membrana uterina. È tipico quindi dell’inizio della gravidanza, ma molte donne che sono soggette e tensione mammaria premestruale si sentono deluse perché questo è un segnale anche dell’arrivo del flusso. In realtà la tensione mammaria della gravidanza è un po’ diversa: il seno cambia anche forma e il capezzolo diventa più scuro, per effetto di estrogeni e progesterone.

Tanto sonno
La sonnolenza, soprattutto nelle prime ore del pomeriggio, è un tipico indice della gestazione. È legata al super lavoro dell’organismo che, sotto la spinta degli ormoni, si prepara a fare scorta di energie per il feto. Può essere scambiata per stress o cambio di stagione, ma se si verifica, nel limite del possibile, per esempio nel fine settimana con sonnellini o andando a letto prima, è meglio assecondarla.

Fastidio verso cibi e odori
La nausea o repulsione verso alcuni alimenti è un classico dei primi giorni della gravidanza, anche questi dovuti agli influssi ormonali. Spesso si avverte fastidio anche verso alimenti che prima si apprezzavano, come il caffè, la carne o alcune salse. Ovviamente la nausea gravidica ha due caratteristiche: si presenta di più al mattino e non è motivata da indigestioni o altro.

Doloretti al basso ventre
I piccoli crampi nella zona del basso ventre sono dovuti all’impianto dell’ovulo nell’utero, che si contrae per prepararsi al meglio ad accogliere l’ovulo stesso. Somiglia però molto ai dolori premestruali e questo induce la donna a pensare di non essere incinta, inoltre, bisogna escludere che non siano dovuti a stress, ansia o disturbi gastrointestinali.

Perdite di sangue
Anche se si è incinte si può vedere un po’ di sangue sugli slip in coincidenza del periodo del flusso. Queste perdite ematiche possono essere comunque la spia di un inizio gravidanza perché sono più lievi e di colore rosato. Se invece sono rosso intenso e si presentano dopo che si è fatto il test positivo, è meglio andare subito dal ginecologo per accertamenti.

Sahalima Giovannini

- -



Advertising