prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Nel cuore della verde Umbria

settembre 23, 2000 12:00 pm

Bettona e Montefalco: due mete artistiche ancora poco conosciute nel cuore della regione di S.Francesco L’Italia, si sa, ha un cuore verde che si chiama Umbria. Una terra ricca di storia e cultura, caratterizzata da paesaggi assolutamente unici e piena di centri famosi in tutti il mondo, veri e propri tesori d’arte. Per scoprirla è…

Bettona e Montefalco: due mete artistiche ancora poco conosciute nel cuore della regione di S.Francesco

L’Italia, si sa, ha un cuore verde che si chiama Umbria. Una terra ricca di storia e cultura, caratterizzata da paesaggi assolutamente unici e piena di centri famosi in tutti il mondo, veri e propri tesori d’arte. Per scoprirla è possibile percorrere innumerevoli itinerari, da quelli classici ad altri meno battuti dal turismo di massa. Uno di questi è quello che conduce da Bettona a Montefalco.
Bettona è senza dubbio uno dei siti storici ed artistici più interessanti dell’Umbria. Sorge su un colle che domina la fertile pianura sottostante e dal quale si possono ammirare le verdi valli del Tevere e dei suoi maggiori affluenti Le sue imponenti mura etrusche proteggono edifici del XIV-XVI secolo, tutti di fattura assai pregevole. Di particolare bellezza sono i Palazzi Biancalana e Baglioni, il Palazzo Comunale ed il Palazzo del Podestà, al cui interno è collocata la Pinacoteca Comunale che ospita opere di artisti come il Perugino, Fiorenzo di Lorenzo e Dono Doni.
Lascaindo Bettona, dopo aver varcato i Monti Martani in direzione di Perugia, si arriva in un gioiello medievale: Bevagna. Qui non si può non ammirare la Piazza centrale, una delle più belle d’Italia. Il suo cui assetto, sul quale domina la facciata della chiesa romanica di S.Michele, risale al XII e XIII secolo. Bevagna è famosa anche per il “Mercato delle Gaite”, una manifestazione che si svolge nell’ultima decade di giugno durante la quale vie e vicoli vengono animati da personaggi in costume che ripropongono commerci e mestieri medievali.
A circa 6 km da Bevagna troviamo infine il paese di Montefalco, chiamato “la ringhiera dell’Umbria” per la sua posizione panoramica. Molto importanti sono la chiesa di S.Francesco, la cui abside venne completamente affrescata da Benozzo Gozzoli, la cappella di S.Girolamo e la chiesa di S.Fortunato.
Montefalco è al centro della zona di produzione di due famosi vini: il Sagrantino ed il Rosso Montefalco.

 

Alfredo Rossi

- -



Advertising