prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Lo scrittore svedese Ulf Stark è ospite alla Fiera del Libro per ragazzi di Bologna

marzo 21, 2013 7:20 pm

Si svolge dal 25 al 28 marzo, a Bologna, la Fiera del Libro per Ragazzi, un appuntamento immancabile. Tra le novità e gli ospiti la presenza dello scrittore svedese Ulf Stark, è in Italia per parlare dei suoi libri.

La fredda Svezia non ha certo nulla da invidiare agli altri paesi per quanto riguarda la produzione letteraria, in modo particolare quella dedicata a bambini e ragazzi. Vanta una tradizione ricca, a partire dallo storico Zacharius Topelius, il fondatore del genere letterario in quel paese, passando per Elsa Beskow, la prima a portare la letteratura infantile veramente a misura di bambino, creando anche meravigliose illustrazioni che parlavano di un mondo magico e incantato. Un mondo nel quale i bambini potevano identificarsi, divertirsi e trovare sicurezza. Impossibile non citare poi Astrid Lindgren, la “mamma” dell’amatissima Pippi Calzelunghe, personaggio nato nel 1945 ma ancora seguitissimo dalle generazioni dei videogiochi, oppure Tove Jansson, Maria Gripe e Gunnel Linde. Sulla scia di questa tradizione illustre si collocano i deliziosi volumi di Ulf Stark, oggi quasi settantenne, anche se non li dimostra, un autore che ha avuto il merito di lavorare sui piccoli, grandi problemi dei bambini come i difetti fisici che rendono meravigliosi gli imperfetti .

L’ultimo libro di Ulf Stark
Ulf Stark si distingue per il sottile senso dell’umorismo, per la capacità di rappresentare situazioni particolare con toni leggeri e coinvolgenti, grazie a un talento unico e a una straordinaria capacità narrativa che ne hanno fatto uno degli scrittori più amati dai ragazzi negli ultimi anni. Una delle ultime opere, risalente al 2012, è Principessa piccolina: è la storia della piccola Jahviz, una principessina mai cresciuta i cui genitori, per proteggerla dal dolore di vedersi diversa, tengono chiusa in un castello attorniata da servitori nani. La principessa possiede una voce celestiale ed è in grado con il canto di ammaliare il mondo, quel mondo che non potrà mai conoscere. Un giorno, un bellissimo principe si innamora di quella voce meravigliosa e fa l’impossibile per conoscerne la proprietaria… così Jahviz capirà che l’amore non ha confini e non sempre si ferma alle apparenze. Oltre a Principessa piccolina, Stark è l’autore di altri splendidi libri come Il paradiso dei matti, Maria Nasopallido, Le scarpe magiche del mio amico Percy e altri ancora.

Gli eventi in giro per l’Italia
In questi giorni, i nostri figli avranno l’occasione di conoscere di persona questo grande scrittore. Succede grazie a una bella iniziativa dell’associazione culturale Glossa Teatro di Vicenza, che ha organizzato una serie di eventi per presentare Principessa piccolina.

• Il 23 marzo, a Vicenza, evento La città incontra l’Autore presso il Chiostro di Santa Corona alle ore 17 in collaborazione con il Comune di Vicenza. L’evento fa parte del progetto Letture a Piccoli passi. Sempre il 23 marzo, nelle Biblioteche di Caerano San Marco e Altivole (TV) ci saranno gli incontri con gli alunni delle scuole.
• Il 25 marzo a Bologna, ci sarà l’incontro con gli alunni delle scuole primarie in collaborazione con Fondazione Augusta Pini ed Istituto del Buon Pastore onlus. E proprio a Bologna l’iniziativa troverà la sua naturale conclusione alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, che quest’anno dedica alla letteratura svedese un ruolo speciale di primo piano, con un convegno dedicato alla letteratura di questo paese che vedrà tra partecipanti Pino Costalunga, Asa Lind e Janina Orlov.
• Martedì 26 marzo, presso la Biblioteca Natalia Ginzburg di via Genova, 10 alle ore 9 – Pino Costalunga incontra i bambini delle scuole primarie per raccontare la leggenda della Principessa Piccolina e di Villa Valmarana ai Nani.
• Mercoledì 28 marzo a Palazzo Pepoli dalle ore 15:30 ci sarà un seminario dal titolo “La letteratura svedese per ragazzi: uno strumento per aiutarli ad affrontare le difficoltà della vita quotidiana”. Il seminario ha anche l’obiettivi di far capire a grandi bambini che la lettura non è solo divertimento, ma può costituire un importante supporto psicologico e psicoterapico per affrontare meglio i problemi di tutti i giorni.

Giorgia Andretti

- -



Advertising