prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Nessun oggetto riesce a stimolare tanto i sensi come un libro: odore, vista e tatto

settembre 20, 2012 12:42 pm

L’autunno è alle porte. Le giornate si accorciano e l’aria frizzante spinge a rientrare prima dal parco, i nostri figli potranno riassaporare il piacere di vivere la propria cameretta distesi su un tappeto e con un libro tra le mani.

Approfittiamo per proporre ai ragazzi una valida alternativa a costruzioni, macchinine e, soprattutto videogiochi: un libro. I libri lasciano correre la fantasia, allargano gli orizzonti, stimolano la creatività. Un volume da sfogliare da soli o in compagnia è anche un valido strumento di allenamento intellettuale, per migliorare ogni giorno il nostro linguaggio, la capacità di introspezione e di riflessione e la comprensione del mondo che ci circonda. Di seguito una selezione di alcune interessanti novità di proposte editoriali per i nostri figli.

Sorprese d’autunno per i più piccini (3-5 anni)
I primi giorni di scuola sono anche i più faticosi e farli alzare dal letto il mattino felici non è impresa semplice. Un libro saprà guidarci, proviamo a sfogliarlo. Imperdibile e prezioso sarà di sicuro “Tutti svegli! ”, novità di Silvia D’Achille (Giunti Kids), in sole dodici coloratissime pagine vi sorprenderà, mostrandovi come rendere piacevole e stimolante il risveglio mattutino dei nostri figli. Tra grandi finestrelle e scorrevoli pagine ogni bambino troverà straordinariamente divertente svolgere le consuete, e spesso noiose, attività del mattino e il sonno… sarà un lontano ricordo!

L’estate è ormai finita, ma una nuova stagione è alle porte: scopriamola insieme ai nostri piccoli con l’aiuto di Richard Scarry. In “Un pomeriggio con i brividi. Un pomeriggio con i brividi. Le prime letture ”(Mondadori), l’autore, descrivendo con pittorica e delicata poesia l’autunno, accende la curiosità dei bimbi, che, stimolati a uscire ancora all’aperto ne osserveranno con più attenzione i caldi colori, ne capteranno i fruscii, impareranno a giocare e ridere con le foglie scricchiolanti, conosceranno e degusteranno i suoi prelibati frutti, in attesa che cadano i primi fiocchi di neve!

Le previsioni meteo già annunciano un autunno tra i più piovosi e negli zaini dei bambini son già pronti calosce e ombrellini! Ma cos’è davvero la pioggia? Una magica acqua regalata dal cielo? Leggendo con loro “Goccia Lina e il ciclo dell’acqua”, ultimo lavoro di Stella Bellomo (Macro Junior) riusciremo a soddisfare, divertendoli, la curiosità dei più piccini. Attraverso lo straordinario e avventuroso viaggio in giro per il mondo,infatti, una piccola goccia di mare, Goccia Lina e il ciclo dell’acqua, a bordo della sua morbida e bianca amica nuvoletta, conoscerà meglio la natura e se stessa e ne scoprirà i segreti. Girovagando spensierata nel cielo sospinta dal vento, Goccia Lina illustrerà con semplicità ed efficacia ai piccoli lettori il sorprendente ciclo dell’acqua e delle stagioni, trasmettendo loro l’importanza del legame profondo che unisce in natura ogni cosa.

Leggere, riflettere e capire (6-8 anni)
Le Olimpiadi di Londra 2012 sono appena terminate e per un po’ hanno allietato le nostre giornate estive, alimentando in noi lo spirito della sportività, della forza di gruppo, e della sana competizione. Ma un’altra Olimpiade, sicuramente più esilarante, sta per svolgersi nella palude e nel bosco. Non possiamo assolutamente mancare all’appuntamento! Gare di scavo tra talpe, corse a ostacoli tra lumache, traversate del fiume per animali enormi e tanto, tanto altro ancora nel curioso mondo de “Le olimpiadi degli animali ” di James Stevenson (Mondadori). Si sa che nello sport si può vincere o perdere, ma il divertimento sta nel partecipare alla gara, sfidando i propri limiti e quelli degli altri, dando sempre il massimo di se stessi e magari alla fine ritrovandosi tutti insieme, vincitori e vinti, per festeggiare allegramente con un gustoso picnic… come hanno deciso di fare gli stravaganti atleti del libro!

Spesso la vita ci pone di fronte a scelte o cambiamenti obbligati, come seguire i genitori in un posto diverso da quello in cui siamo cresciuti e che abbiamo imparato a conoscere e amare fin da piccolissimi. E’ proprio ciò che succede alla piccola Milù, sei anni, da poco trasferitasi con la famiglia in una sconosciuta cittadina. L’estate è finita e per lei è arrivato il momento di iniziare la scuola. Martina Bortolotti con il suo “Non smettere di sognare ”(Midgard-collana Fiabe), mostra come il sentiero dei sogni non deve essere mai abbandonato, anche quando ci si sente soli e spaesati. Il primo giorno di scuola della protagonista sarà inaspettatamente una delle più interessanti giornate della sua vita, piena di affascinanti incontri , segreti da condividere, insomma emozioni difficilmente dimenticabili, che resteranno per sempre impresse nel suo cuore di bimba. E’ l’inizio di un nuovo e meraviglioso percorso di vita.

Come il sogno anche la speranza è uno dei valori che dovremmo trasmettere ai nostri figli. “Amal. La bambina delle caramelle ”(Arkadia editore), il cui nome significa speranza, una dolcissima bambina del Darfur, racconta la semplicità del suo quotidiano con immagini realistiche del suo mondo e della sua cultura: la scuola, il mercato, i momenti di aggregazione e i giochi, così diversi da quelli dei nostri bimbi della sua stessa età. Un viaggio nell’infanzia di una loro contemporanea per aprirli ad un sano e costruttivo confronto. E’ infatti nella seconda parte del libro che si affronta il tema della pace attraverso la fiaba della formica Al Malak, che viveva per ricercarla. Il messaggio principale è quello della straordinaria forza del dialogo nella soluzione di conflitti grandi o piccoli che siano. Solo attraverso il confronto e la mediazione potremmo vivere in un mondo privo di violenza. Interessandoci alla vita di Amal, contribuiremo alla realizzazione di una scuola nel campo di Abu Shouk. I proventi della vendita del libro saranno, infatti, interamente destinati a questo speciale progetto .

Amici libri: per divertirsi, ampliando le conoscenze (9-11 ANNI)
La protagonista del libro “La principessa Istamina ” (Salani), è la bambina più allergica del pianeta. E’ un peperino di undici anni e dall’età di cinque è affetta da una allergia patologica e generalizzata, che la porta a combattere quotidianamente contro tutto e tutti. E’ lei stessa che ci apre le stuzzicanti pagine del suo diario raccontandoci le moltissime tipologie di persone che trova insopportabili, chi ha un cattivo odore, i bugiardi cronici, gli eccessivamente allegri o i malinconici e i mille comportamenti che trova a dir poco criticabili, addirittura quello dei suoi genitori pazzamente innamorati e pretenziosi di darle degli ordini. La sua unica passione è il peperoncino, che rispecchia appieno il suo carattere pungente e focoso. Ovviamente è di una sensibilità fuori dal normale, e a essere sviluppato fortemente è soprattutto il suo olfatto, alleato fondamentale di molte sue polemiche. E’ diventata l’incubo di una sfilza di psicologi che hanno cercato di arginare e comprendere l’origine della sua iperattività, ahimè ancora senza successo! Attraverso il brioso diario di Istamina, Erik Orsenna, con la giusta dose di humor e acutezza, ci cattura con le divertenti avventure della piccola, estremizzando i comportamenti spesso simili dei ragazzini della sua età, spingendoli a riflettere sui propri gusti personali, ma soprattutto sulla presenza della tolleranza e della comprensione degli altri nella loro vita.

Finalmente un libro che ci faccia capire “Perché diamo i numeri? E tante altre domande sulla matematica ” di Federico Taddia e Bruno D’Amore (Editoriale Scienza-collana Teste toste), un prezioso e stimolante compendio per fondare su basi più solide lo studio di questa materia e magari appassionarcene. La matematica, amata follemente o a volte odiata dai nostri ragazzi per la sua incomprensibilità, ci svela i suoi più misteriosi segreti, rispondendo ai tanti interrogativi che affollano il mondo dei numeri. E’ con una serie di domande curiose e stuzzicanti che un vero cervellone, il matematico Bruno D’Amore ci accompagna alla scoperta di questa materia così astratta, ma così utile per la nostra vita, per la scienza, ma soprattutto per lo sviluppo del ragionamento logico-scientifico dei giovani studenti e perché no alla fine sorprendentemente stimolante!

E’ tempo di racconti sulle vacanze appena trascorse, il nostro amico Scrub, protagonista di “Alieni in vacanza”, nuova uscita di Barret Smith Clete, (Salani-collana Mondi fantastici Salani), allieterà i freschi pomeriggi di settembre dei nostri ragazzi con il fantastico racconto delle proprie. Arruolato, suo malgrado, dalla nonna per aiutarla durante l’estate nell’albergo da lei gestito, Scrub ha il morale a pezzi. Per di più in quel posto ai confini del mondo dovrà rinunciare agli amici, al cellulare, a Internet e agli allenamenti di basket! Ma il suo spirito di sacrificio sarà ripagato da una bizzarra sorpresa, in grado di trasformare in indimenticabili le sue giornate estive. l’Intergalactic Bed and Breakfast, pieno di arredi fantascientifici e frequentato da clienti fuori dal normale, nasconde un segreto, ben presto rivelato al ragazzo: i suoi affezionatissimi frequentatori sono tutti alieni! Ce la farà Scrub al fianco della nonna, a evitare una crisi diplomatica interstellare, sviando i sospetti sempre più forti dello sceriffo Tate? Scopriamolo insieme nell’albergo più pazzo del mondo!

Per i più grandi: Vite a confronto (11-14 anni)
Il ruolo della donna nella società di oggi e la sua evoluzione, attualissima riflessione che ci suggerisce Cristiana Pulcinelli nel suo “Pannocchie da Nobel. Storia e storie di Barbara McClintock ” (Editoriale Scienza, collana-Donne nella scienza). Il coinvolgente racconto della vita di Barbara McClintock, prima donna a vincere, senza la partecipazione di un uomo, il Nobel per la medicina nel 1983, grazie ai suoi approfonditi studi sulle pannocchie di mais, ci mostra la straordinaria tenacia di una piccola donna che, nonostante l’apparente fragilità, crede fermamente nei suoi ideali e nelle sue scoperte e dedica loro tutta la vita. La costanza e la caparbietà di Barbara la portano per circa trent’anni a lottare con tutte le sue forze contro tutto e tutti, dall’infanzia alla maturità. Condivide con i lettori gli appassionanti studi universitari, gli aspri contrasti familiari, specialmente con la madre, che desiderava per lei un futuro da sposa e madre, e nell’ostile ambito scientifico. Il soddisfacente epilogo la ripagherà di tutti i sacrifici per riuscire ad affermare se stessa e ciò in cui crede. Un bellissimo percorso nella vita di una donna della scienza che vuole guardare il mondo al microscopio!

Donatella Bisutti in “La poesia è un orecchio. Leggiamo i nostri grandi poeti da Leopardi ai contemporanei ” (Feltrinelli-collana Feltrinelli kids. Sbuk), accompagnerà i nostri ragazzi passo dopo passo nella lettura e nella conoscenza dei grandi geni della poesia italiana da Leopardi ai contemporanei, nel chiaro desiderio di far apprezzare loro la magia dei più bei versi scritti negli ultimi secoli. Una selezionatissima raccolta di centotrenta capolavori, partendo dal lontano diciannovesimo secolo con nomi quali Leopardi, Carducci e Pascoli, passando per Ungaretti, Saba e Gozzano, fino a giungere ai più contemporanei Caproni, Sereni, Luzi, per un totale di cinquanta poeti esaminati. Il libro può essere definito un” laboratorio di emozioni”,perché raggruppando i versi poetici per tematiche, si pone l’obiettivo di insegnare a leggerli non solo con gli occhi, ma anche attraverso le orecchie fino ad arrivare al cuore. Le sensazioni che ci trasmettono i suoni della natura o i suoi colori, il ritmo che diventa significato, l’invisibile che si materializza agli occhi del lettore sono i temi portanti del libro. La poesia ci insegna ad ascoltare tutto ciò che ci circonda trasformandone la lettura in un eco di soggettive e profonde emozioni che riempiono il cuore.

L’importanza dell’amicizia è celebrata nel libro di Jerry Spinelli (Mondadori-collana Junior bestseller), “Fuori dal guscio ”. David, nove anni, ha da poco perso, a causa di un incidente, la sua amata mamma. Il padre, commesso viaggiatore, sempre via per lavoro, è pressoché un fantasma nella sua vita; a questo punto, la nonna diventa l’unica figura di riferimento, su cui sfogare, ahimè, tutta la sua rabbia. Primerose esuberante e particolare tredicenne vive con la madre indovina e del padre, mai incontrato, possiede solo un piccolo frammento di foto. La sua reazione è affrontare la vita con ironia e leggerezza, infischiandosene dei luoghi comuni e delle critiche della gente. Il casuale incontro dei due folgora David, chiuso nel suo dolore, e la speciale amicizia, che inevitabilmente sboccia, li aiuterà a colmare i reciproci vuoti , riportando un sorriso sui loro giovani volti e scaldando di nuovo i loro cuori. Il calore di cui si ha bisogno, a volte, si può trovare anche” fuori dal” proprio “guscio”.. basta cercarlo!

Un antico, ma sempre attuale, adagio recita che “sbagliando s’impara” e può succedere di cambiare anche radicalmente il proprio modo di vivere. E’ ciò che accade ad una ragazzina di nome Alexandria, straviziata, vissuta da sempre nella ricchezza, appassionata del lusso e irresistibilmente attratta da ogni sua forma. Borse , accessori e abiti griffati sono tutto ciò che le interessa e la appaga. Ma una grossa sciocchezza, rubare in un negozio, la pone di fronte a un bivio. Nel suo futuro non c’è altro se non il carcere minorile o tre settimane in Africa come volontaria in un’associazione umanitaria. Con il suo inseparabile set di valigie rosa shocking sale sul primo aereo per Nairobi, trovando in Africa una realtà estremamente dura e inospitale e nei volontari delle persone alquanto noiose e scialbe: le sembra impossibile poter vivere anche un solo giorno in più in quel posto, oltretutto senza cellulare, automobili ultimo tipo o trucchi. Ma nel libro, “Alexandria d’Africa ” di Eric Walters, Mondadori (collana Gaia –junior), tutto diventa possibile, grazie al dolce sorriso di un bambino e alla semplice, ma preziosa amicizia di una ragazzina masai.

Fabiana Angelucci

- -


ARTICOLI CORRELATI