prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Economizzare sulla RC auto

gennaio 25, 2011 12:37 pm

Risparmiare sull’assicurazione auto è possibile. E’ sufficiente controllare le proposte delle compagnie concorrenti prima della scadenza e scegliere tra le più vantaggiose. La polizza assicurativa per l’automobile, detta anche RCA, è un dato economico che incombe su tutte le famiglie italiane che possiedano un’auto. Il premio può coprire due diversi rischi ma mentre uno di…

Economizzare sulla RC auto

Risparmiare sull’assicurazione auto è possibile. E’ sufficiente controllare le proposte delle compagnie concorrenti prima della scadenza e scegliere tra le più vantaggiose.

La polizza assicurativa per l’automobile, detta anche RCA, è un dato economico che incombe su tutte le famiglie italiane che possiedano un’auto. Il premio può coprire due diversi rischi ma mentre uno di questi può essere facoltativo, ovvero essere assicurati nei confronti di eventuali danni subiti dalla propria auto, per esempio il furto, per legge è obbligatorio coprire il rischio che prevede danni a terzi. Il altre parole è obbligatorio stipulare l’assicurazione contro i danni che la propria auto può causare ad altre vetture, cose o persone. In ogni caso, quella dell’assicurazione auto non è una voce da poco all’interno del bilancio famigliare: il costo medio in Italia è di circa 400 euro l’anno, il doppio rispetto al resto d’Europa. Lo ha confermato anche il ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani, al termine dell’incontro con il presidente dell’Isvap e il presidente dell’Ania, per approfondire le proposte segnalate dall’Isvap a Governo e Parlamento lo scorso 29 dicembre in tema di RC auto.

Cambiare per risparmiare
Nell’attesa che il governo attui eventuali modifiche per limitare il prezzo del “premio” da pagare per la polizza auto, si possono mettere in atto piccole strategie per cercare di risparmiare. Le tariffe sono state liberalizzate e proprio per questo ogni anno le compagnie assicuratrici immettono sul mercato contratti convenienti, utilizzando il ribasso dei prezzi rispetto alle società concorrenti, con l’obiettivo di attirare nuovi clienti. Se si è convinti di pagare davvero troppo per la propria RC auto, nulla vieta di cambiare quindi compagnia di assicurazione. Conviene farlo soprattutto se si è vicini alla scadenza della propria polizza. Per scoprire il tipo di contratto più adatto alle proprie esigenze e più conveniente, a parità di offerta, si possono contattare le varie compagnie di assicurazione al loro Servizio clienti o al Numero verde gratuito, quasi sempre infatti viene messo a disposizione. E’ possibile ottenere anche il preventivo on-line, sulle pagine web delle varie società assicuratrici si possono ottenere dei preventivi ben dettagliati.

I significati dei termini di polizza
Compilare la richiesta di preventivo on-line porta via poco tempo ed è divertente oltre che utile. Per capire però quale sia il tipo di contratto migliore, è bene conoscere il significato di espressioni e termini che compaiono nelle richieste e che vanno ad influenzare la cifra totale che comparirà nel preventivo. Per esempio, viene spesso richiesto di indicare se si tratta di una Nuova polizza, ossia di un contratto stipulato per la prima volta. La nuova polizza si stipula quando si è alla prima assicurazione di un veicolo acquistato nuovo o alla prima assicurazione di veicolo acquistato usato. Si effettua anche in caso di veicolo già assicurato, ma per il quale si desidera cambiare compagnia di assicurazione alla scadenza del contratto. Infine, in caso di veicolo assicurato all’estero e che si deve assicurare in Italia. La Classe di merito è il criterio con cui viene valutato l’assicurato, in considerazione degli anni assicurativi accumulati e degli eventuali sinistri causati di anno in anno. Si identifica con la voce “CU” ed indica la Classe di Conversione Universale, il meccanismo che consente alle classi di merito delle varie compagnie di assicurazione di essere fra loro comparabili, in modo da facilitare i passaggi da una compagnia all’altra. Ogni compagnia, infatti, ha una classe contrattuale, che non necessariamente corrisponde alla classe universale. Classe di Merito e CU vengono riportate sull’Attestato di Rischio, il documento rilasciato un mese prima della scadenza del contratto dalla compagnia con cui si è assicurati. Tale documento certifica l’assenza o la presenza di sinistri stabilendo la classe di merito. Infine, il Massimale riporta il valore massimo complessivo risarcibile dalla compagnia alla persona o alle persone vittime del danno. Se il danno complessivo è superiore al valore del massimale, la cifra residua va a carico dell’assicurato che ha provocato il danno.

Il servizio online di Altroconsumo
Da quanto esposto sopra ne consegue che per confrontare le varie offerte è necessario avere un po’ di tempo e pazienza a disposizione. Per facilitare le esigenze dei consumatori, l’associazione Altroconsumo tra le sue pagine web mette a disposizione un servizio online sulle tariffe RC Auto. Attraverso il servizio offerto è possibile avere in un sol colpo le cinque offerte più convenienti delle varie compagnie e scegliere quella più adatta al proprio caso. È necessario inserire nei rispettivi campi alcuni dati personali, i dati relativi all’assicurazione e quelli relativi all’auto. Le tariffe vengono inviate via e-mail. Per compilare correttamente il modulo, prima di collegarsi al sito è opportuno tenere a portata di mano il libretto di circolazione dell’auto e ricordarsi di controllare la propria futura classe di merito, in caso la polizza debba essere rinnovata.

 

Marina Zenobio

- -



Advertising